Lady Diana, asta record per la lettera in cui “sfotte” la Regina

È stata venduta a un prezzo da record una lettera di Lady Diana in cui, scherzosamente, sfotte la Regina Elisabetta chiamandola con un simpatico appellativo.

Regina Elisabetta vestita di rosa
Regina Elisabetta (Getty Images)

È stata battuta all’asta a un prezzo di circa 8700 sterline (quasi 10 mila euro) una lettera di Lady Diana in cui, scherzosamente, si riferisce alla Regina Elisabetta chiamandola “The Boss“. Un cimelio che fa parte di un totale di 36 lettere che l’ex moglie di Carlo scrisse tra il 1990 e il 1997, proprio nel momento di maggiore difficoltà della relazione con il figlio della Sovrana britannica (i due si separarono nell’agosto del 1996).

La cifra totale raccolta ammonta a circa 82.000 sterline e le lettere in origine erano indirizzate a Roger Bramble, amico di famiglia e confidente di Lady D proprio quando la sua storia con Carlo entrò in una spirale senza uscita.

Nella lettera venduta alla cifra maggiore Diana scrive al suo amico, alludendo a un pranzo di Bramble con la Regina: “Spero solo che tu sia riuscito ad arrivare all’Abbazia di Westminster prima del Boss. In caso contrario, spero tu abbia detto che era colpa mia!”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Il Principe Harry ha trovato lavoro: cosa farà

Lady Diana e il ricordo del Principe Harry

Recentemente il Principe Harry ha realizzato la prefazione per un libro destinato ai bambini rimasti orfani a causa del Covid. Il duca del Sussex ha voluto raccontare la sua esperienza di ragazzo rimasto orfano della madre da giovanissimo, e di come ha combattuto il dolore per la morte di Diana. “Quando ero un bambino ho perso mia madre. Nel momento in cui è successo non volevo crederci o accettarlo e questa cosa ha lasciato un enorme vuoto dentro di me”, uno dei passaggi della prefazione di Harry.

Principe Harry e beneficenza
Principe Harry (Getty Images)

Negli ultimi giorni, inoltre, il Principe Harry pare abbia trovato un importante ruolo in una startup della Silicon Valley. Sarà ambassador del marchio e, tra i suoi compiti, ci sarà quello di procurare sponsor e contratti per supportare la sua azienda.