Covid, Ilaria Capua avverte: “Il virus? Nemmeno il vaccino lo sconfiggerà”

La virologa Ilaria Capua avverte nella trasmissione “Dimartedì” che il Covid-19 non scomparirà nemmeno attraverso i vaccini 

ilaria capua parla
La virologa Ilaria Capua nella trasmissione “Dimartedì” parlando del Covid (screenshot video)

La Professoressa Ilaria Capua, esperta virologa, è divenuta oramai un volto noto per gli italiani. Le sue riflessioni riguardanti la malattia da Coronavirus sono sempre risultate molto seguite sin dall’inizio della pandemia.

La scienziata è spesso ospite di Giovanni Floris nella talk politico di La 7 “Dimartedì”. Qui, nel corso della puntata di ieri sera, la virologa ha rilasciato alcune dichiarazioni che hanno catturato l’attenzione in maniera particolare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, Andrea Scanzi si vaccina ma scoppia la polemica: “E’ sospeso!”

Le parole della Professoressa Ilaria Capua sul Covid a “Dimartedì”

dose vaccino anti covid
Dose di vaccino anti-Covid (getty images)

Riflettendo sullo sviluppo del Covid, la Professoressa Capua ha affermato che nemmeno attraverso i vaccini la malattia scomparirà del tutto: “Questo virus purtroppo non andrà via e diventerà endemico, nel senso che ormai la sua circolazione è attiva, e non solo nella popolazione europea, il vaccino azzera la malattia e riduce la trasmissione. E abbiamo visto il vaccino Pfizer riduce del 90% la trasmissione con 2 dosi. Con una dose, la riduce dell’80%. Più vacciniamo le persone e ci saranno zero morti, e si ridurrà progressivamente la circolazione del virus“.

La virologa ha affermato che il mondo intero dovrà imparare a convivere con il coronavirus così come è stato per altre malattie: “È per questo che per alcune infezioni come il morbillo o la varicella si continua a vaccinare, perché il virus circola ancora, la transizione tra emergenza pandemica a emergenza epidemica avverrà e noi impareremo a convivere con il virus, anche senza vederlo per la stragrande maggioranza dei casi“.

Il vaccino, dunque, non sconfiggerà definitivamente il virus ma lo ridurrà. Attraverso l’immunità di gregge, quindi, si potrà iniziare a tornare alle abitudini pre-pandemia, pur convivendo con il virus, il quale, però, grazie al vaccino, non avrà più la possibilità di inficiare sensibilmente la qualità della vita delle persone.