Juventus e festa McKennie, la fidanzata difende Dybala: nuova ricostruzione

Altro intervento sulla festa data dal giocatore McKennie nella quale sono intervenuti i carabinieri: parla la fidanzata di Dybala.

Festa McKennie Juventus Fidanzata Dybala
Paulo Dybala con la mascherina (Screenshot Video YouTube)

Le norme anti Covid-19 si devono rispettare, sempre e comunque, nell’interesse del bene comune. E questi è già un punto dal quale partire, per chiarire, ahinoi, alcune posizioni dopo un anno e poco più di pandemia. Una pandemia ancora in corso, che non risparmia davvero nessuno.

Nelle ultime ore sono finiti al centro della cronaca tre giocatori della Juventus, per aver partecipato a una festa privata. Un evento, finito, quando i carabinieri hanno bussato alla porta. L’organizzatore è stato McKennie. Nella sua abitazione lo hanno raggiunto altri due giocatori: Dybala e Arthur.

Lo stesso numero 10 dieci della “Vecchia Signora” non sta passando un grande periodo dal punto di vista calcistico. Ora arriva quest’altra stangata. Proprio Paulo, però, nei giorni scorsi aveva dichiarato di aver partecipato alla consueta cena di un gruppo di amici e non a una festa. Una versione che ha convinto a metà. Per questo motivo è piombata sull’argomento anche la sua fidanzata: Oriana Sabatini.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Dybala e altri due giocatori nei guai: Carabinieri a casa

La fidanzata di Dybala prende posizione: alla festa solo dieci persone (già troppe)

Festa McKennie Juventus Fidanzata Dybala
Oriana Sabatini col dito sulle labbra (Fonte Instagram)

Salteranno sicuramente il derby contro il Torino. Parliamo dei tre giocatore della Juventus sopracitati. Con la squadra che vede fuori rosa già due giocatori, proprio positivi al Covid-19: Bonucci e Demiral, con la difesa che “balla” da tutte le parti.

Ora anche loro tre, che hanno recato un danno non indifferente alla stessa società calcistica in questione. A prendere le parti di Dybala, però, è stata proprio la sua fidanzata, durante una trasmissione di un’emittente argentina.

Oriana Sabatini è intervenuto ribadendo quello che il giocatore aveva scritto anche in una storia di Instagram: “Non eravamo venti persone come si sta dicendo in questi giorni. E non era una festa o festino. Era solo una cena tra amici, che facciamo di solito, con massimo 10 persone”. Qualcuno, però, dovrebbe ricordare alla Sabatini che 10 persone sono già troppe!