Denise Pipitone, la ricostruzione della puntata: dall’ipnosi al verdetto

Caso Denise Pipitone, la ricostruzione della puntata del programma russo registrata ieri che andrà in onda stasera in prima serata

Marc Innaro e Alberto Matano
Marc Innaro e Alberto Matano (screen RaiPlay)

Ancora pochi minuti e sapremo la verità circa Denise Pipitone. Olesya Rostova è davvero la bambina scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo? La puntata della trasmissione russa è stata registrata ieri ma andrà in onda solo a breve, quando scadrà l’embargo a cui tutti sono sottoposti.

La verità è però sempre più vicina anche se, come vi abbiamo raccontato più volte, la mamma della ragazza Piera Maggio ed il suo avvocato sono già a conoscenza del verdetto. Siamo quindi all’epilogo di una vicenda che dura ormai da una settimana, da quando, cioè, la giovane Olesya ha svelato la sua storia in un programma russo, svelando di essere stata rapita da piccola ed alla ricerca della sua famiglia d’origine.

In studio, nella puntata durata circa un’ora e mezzo, era presente il corrispondente Rai Marc Innaro ed altri colleghi italiani, mentre l’avvocato Frazzitta era in collegamento dalla Sicilia. E’ stata una puntata davvero intensa, con addirittura l’ipnosi a cui è stata sottoposta la ragazza da un vero esperto. L’obiettivo era provare a far ricordare alla ragazza i primi 4-5 anni di vita di cui non ricorda nulla.

LEGGI ANCHE >>> Denise Pipitone, cosa filtra da Piera Maggio: gli ultimi aggiornamenti

Denise Pipitone: cos’è successo durante l’ultima puntata del programma russo

Olesya
Olesya sotto ipnosi durante un momento della puntata (screen RaiPlay)

Sono intervenute altre persone nel corso del programma, tra cui due ragazze che hanno ammesso di conoscere Olesya fin da piccola, di aver giocato con l’allora bambina fino a rievocare un incendio di una casa in cui fu estratta viva da alcuni zingari. Tutto ciò ha portato, poi, al climax finale con lo scambio del gruppo sanguigno dopo una trattativa finale con l’avvocato della famiglia Pipitone.

Nel programma è arrivata anche una donna che si ipotizzava potesse essere la madre di Olesya salvo poi essere smentita dall’esame. Ed in studio si è palesata anche una ragazza che pare possa essere la sorella biologica. Il collega Innaro, collegato con “La Vita in diretta“, pur non potendo rivelare nulla causa embargo, ha spiegato come il filone continuerà nelle prossime puntate.

Alberto Matano
Alberto Matano (screen Rai Play)

L’obiettivo della trasmissione è infatti trovare i genitori biologici della ragazza e la ricerca continuerà nelle prossime puntate. indizi, questi, che fanno propendere come Piera Maggio non sia la madre naturale di Olesya.