Speck ritirato dalla vendita per rischio microbiologico: i dettagli

Ritirato dalla vendita un tipo di speck a causa di un rischio microbiologico. Tutti i dettagli della comunicazione del Ministero della Salute

speck ritirato dai supermercati
Foto di Richardthelion da Pixabay

Il Ministero della salute ha annunciato il ritiro dai supermercati di un tipo di speck a causa di un rischio microbiologico. C’è la sospetta presenza di Listeria monocytogenes. Per questo motivo tra le avvertenze della comunicazione si legge di non consumare il prodotto e di restituirlo al punto vendita. Vediamo insieme, nel dettaglio, la comunicazione e le specifiche del prodotto oggetto del richiamo.

Speck ritirato dalla vendita per presenza Listeria: i dettagli

speck a listarelle
Confezione da 90 gr di speck richiamato per presenza Listeria monocytogenes (Fonte: Ministero della Salute)

In data odierna è stata pubblicata, sul sito ufficiale del Ministero della Salute, la comunicazione riguardante il ritiro dalla vendita di un tipo di speck. Le specifiche del prodotto richiamato sono le seguenti:

  • Fiammiferi speck a marchio La fattoria. Il prodotto è commercializzato da MD S.P.A e prodotto dalla Furlotti & C. s.r.l. La sede dello stabilimento del produttore è situata in via F. Santi, 1 cap 43014 Medesano (PR). Il lotto ritirato dalla vendita è il numero 410164 ed il termine minimo di conservazione è 27 Aprile 2021. Lo speck è venduto in confezioni di plastica da 90 gr.

Non è il primo caso di richiamo alimentare a causa della Listeria monocytogenes: è capitato già per altri prodotti alimentari come, ad esempio, i formaggi, il salmone, lo stracchino e molto altro ancora. La listeriosi è una tossinfezione alimentare che prende il nome proprio dal suo batterio.

Quest’ultimo si trova nel terreno e nell’acqua per cui molti verdure o animali possono essere infettati. L’infezione può manifestarsi sotto due forme: tipica e invasiva. La prima si manifesta dopo aver ingerito l’alimento e provoca diarrea, mentre la seconda può presentarsi anche dopo un mese dall’assunzione del prodotto contaminato e può manifestarsi sotto forma di meningiti, encefaliti.

Per prevenire l’infezione da Listeria è bene cuocere perfettamente i cibi, lavare accuratamente le verdure prima di consumarle, tenere separati i cibi crudi da quelli cotti. Queste alcune piccole raccomandazioni da non sottovalutare.