Alex Zanardi: quella volta che commosse il mondo con il suo gesto
Alex Zanardi: quella volta che commosse il mondo con il suo gesto

Alex Zanardi: quella volta che commosse il mondo con il suo gesto

Alex Zanardi, pilota e conduttore televisivo arrivato anche alle vette del paraciclismo, è da sempre nel cuore degli italiani. In molti ricordano un momento epico che lo ha visto protagonista.

Alex Zanardi è sempre stato amatissimo da tutti, specie a partire da quando la sua vita è profondamente cambiata a seguito del terribile incidente di cui è rimasto vittima nel 2001. Durante una delle tante sue gare di Formula 1, Alex rimane vittima di un drammatico incidente a seguito del quale perderà entrambe le gambe. Un evento così drammatico potrebbe segnare negativamente la vita di chiunque, ma Alex è diverso. Lui riesce sempre a vedere il bicchiere mezzo pieno, sempre lascia stupefatti quel sorriso e quella gioia estrema che sembra esplodergli dagli occhi. Questa parte di sé è probabilmente ciò che il pubblico ama di più. Dall’incidente in poi sono state tantissime le manifestazioni di affetto e di vicinanza da parte dei fan. Dopo quel terribile 15 settembre del 2001, Alex ha subito 7 arresti cardiaci, 15 operazioni ed è stato in coma farmacologico per 4 giorni. Ma dopo tre mesi e mezzo, nel corso della consegna dei Caschi d’Oro di Autosprint, Alex riuscì a sollevarsi dalla sedia a rotelle. Fu un momento di grandissima commozione per tutti e chi c’era lo ricorda ancora adesso come un momento di speranza e di fiducia nel futuro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Enrico Brignano: quella volta che il mondo è diventato grigio

Alex Zanardi: i suoi successi nel paraciclismo

Alex Zanardi paraciclismo
Alex Zanardi (Getty Images)

Il campione non ha mai mostrato, neanche per un momento, un attimo di smarrimento, si è sempre rimboccato le maniche ed è riuscito ad ottenere dei risultati formidabili come paraciclista. Nel settembre del 2018, all’Ironman di Cervia, ha conquistato il record del mondo nella categoria disabili. Ha percorso 3,8 km di nuoto, 180 di bici e 42,2 di corsa in 8 ore, 26 minuti e 6 secondi battendo 3000 normodotati e infrangendo il record precedente, sempre suo.

Grande umorista, è famoso per le frasi “Mi tremano le gambe” e “Adesso se me le rompo mi basta un cacciavite e una brugola”, perché Alex è così, sempre un passo oltre rispetto a tutti ed è per questo che non smetteremo mai di amarlo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Michele Riondino: galeotto fu il set de “Il giovane Montalbano”