Il Premier Conte: “Non temo di cadere. Bisogna agire subito”
Il Premier Conte: “Non temo di cadere. Bisogna agire subito”

Il Premier Conte: “Non temo di cadere. Bisogna agire subito”

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, parla del periodo di crisi e della possibilità di non rimanere al Governo: “Non temo di cadere”

L’Italia continua il proprio processo di ripartenza dopo le tante problematiche portate dall’emergenza Coronavirus. L’economia, oltre alla sanità, è una delle categorie più colpite, con molte attività che non hanno i mezzi necessari per riaprire le serrande. Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è stato intervistato dal Corriere della Sera, dove ha dichiarato di non avere paura delle voci riguardanti una possibile caduta della sua posizione. Poi ribadisce l’emergenza di agire in fretta nel confronto con i vari sindacati ed imprenditori. Clima che stando alle dichiarazioni del Premier sembrerebbe essere meno teso di quanto appreso nelle ultime settimane.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Conte e Sanchez scrivono a Von der Leyen: coordinazione nell’aprire i confini

Il Premier Conte: “Ma quale calma? Bisogna agire subito”

conte recovery plan
Giuseppe Conte (Getty Images)

Intervistato dal Corriere della Sera, il Premier Giuseppe Conte inizia parlando delle tante voci che parlano di una sua caduta dal Governo: “Non mi pare di essere accerchiato più di quanto lo fossi nella prima fase. In tutti questi mesi ho sentito dire in continuazione: Conte cade. Fa parte del gioco, ho imparato a non meravigliarmi”. Poi sull’emergenza in corso in chiave economica dichiara: “Sento dire che occorre farlo con calma. Ma quale calma? Bisogna agire subito. Ci prendiamo qualche giorno per coinvolgere appieno le forze di maggioranza, e lo facciamo. Poi chiamiamolo patto, chiamiamolo confronto. Ma non va rimandato. Non possiamo ritardare il confronto con imprenditori, sindacati, categorie. L’urgenza non nasce da un mio capriccio ma dalla realtà”. Spazio anche per parlare delle tensioni in atto con la maggioranza e del ruolo del Ministro Gualtieri: “La verità è che quando si arriva alla sostanza delle cose, asciugandole dalle polemiche, ci si rende conto che questa maggioranza è composta da partiti responsabili, che capiscono bene quali siano le priorità del paese. Gualtieri ha sempre condiviso tutto con me e insieme a me. Come premier non scavalco nessuno. Il clima è migliore di quello che sembra. E anche alcune perplessità del Pd sono rientrate”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Salvini gaffe o giallo? L’Etna per le visite in Campania diventa un caso