Vicenza, bambina positiva al Coronavirus: sospeso un centro estivo
Vicenza, bambina positiva al Coronavirus: sospeso un centro estivo

Vicenza, bambina positiva al Coronavirus: sospeso un centro estivo

In provincia di Vicenza è risultata positiva una bambina che aveva preso parte a  un centro estivo presso l’Istituto “Tonolli” di Sandrigo. La piccola è in isolamento e in buone condizioni.

Una bambina di 7 anni che stava partecipando a un centro estivo in provincia di Vicenza è risultata positiva al Coronavirus. A Sandrigo il centro estivo è stato immediatamente evacuato e presumibilmente verranno sottoposti al tampone i famigliari e gli altri bambini che sono entranti in contatto con la piccola che, fanno sapere, sta comunque bene. Il centro estivo è terminato una settimana fa, prima che la bimba iniziasse a mostrare i sintomi da Covid. Non è stato ritenuto necessario il suo ricovero ma lei assieme alla famiglia ora sono tenuti in isolamento, costantemente monitorati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Anche la stella dell’NBA positiva al Covid

Bambina positiva a Vicenza: l’annuncio del sindaco

erezione coronavirus
(Getty Images)

Il sindaco, dopo aver appreso dai genitori della bambina e dal personale medico la positività della piccola, ha disposto la chiusura precauzionale per 48 ore, fino a una massimo di 5 giorni, del centro estivo che era stato frequentato dalla bambina. Si sta ricostruendo la rete di contatti delle persone che sono entrate in contatto con lei per sottoporre tutti al tampone. Va detto che fino a ora nessun altro membro del centro ha accusato sintomi da Covid. Tutti comunque saranno sottoposti a test nelle prossime ore ed entreranno in regime di isolamento fiduciario in via precauzionale.

Un caso questo che ricorda a tutti come il Coronavirus non sia stato sconfitto, anzi circoli ancora in modo subdolo tra la popolazione. Nonostante il calo dei nuovi positivi bisogna sempre mantenere alta l’attenzione e rispettare tutte le norme vigenti per impedire un nuovo proliferarsi dei contagi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, i dati dell’ultimo bollettino