Coronavirus, focolaio in Trentino: 14 positivi legati a Bartolini

In Trentino continua a preoccupare la situazione relativa ai contagi da Coronavirus: focolaio con altre 14 persone trovate positive

In tre giorni il Trentino ha visto salire vertiginosamente i nuovi contagi da Coronavirus. Nella giornata di mercoledì sono stati trovati 20 nuovi positivi e ieri altre 30 unità. Un focolaio trovato alla Bartolini di Rovereto che desta preoccupazione. Inoltre oggi altre 14 persone risultano positive. Tutti i nuovi positivi sono comunque asintomatici, ma alcuni di loro sarebbero minori. Tra questi, tre farebbero parte della ditta di spedizioni, mentre gli altri 11 sarebbero familiari a loro legati. Una situazione dunque che continua a preoccupare nel nord Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, studio americano: “Non si contagia con parto e allattamento”

Coronavirus, focolaio in Trentino: si aggiungono 14 casi ai 50 dei giorni scorsi

bollettino covid
Coronavirus (Getty Images)

Il Coronavirus continua a minacciare l’Italia, sopratutto la parte nord del paese. Infatti negli ultimi giorni si è assistito ad un incremento dei casi in Trentino a causa di un focolaio nella Bartolini di Rovereto. Sono ben 50 i nuovi casi spuntati tra la giornata di mercoledì e quella di giovedì. Oggi, 24 luglio, spuntano 14 ulteriori casi dovuti sempre al focolaio Bartolini. Il direttore sanitario dell‘Azienda Sanitaria di Trento, Pierpaolo Benottolo, ha dichiarato che negli ultimi giorni sono state più di 300 le persone che hanno effettuato il test. Di queste, quelle risultate positive sono 64. Inoltre, dichiara il direttore sanitario, alcuni di questi sono bambini che hanno frequentato centri estivi o colonie. Numeri dunque che preoccupano e che non smettono di salire nel nord Italia. Il tutto naturalmente prima di conoscere i nuovi dati sui contagi in Italia che verranno emanati nelle prossime ore attraverso il Ministero della Salute.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Usa: superati ufficialmente i 4 milioni di contagi