Morto Tataw: il capitano del Camerun a Italia ’90

Il Camerun di Italia ’90 perde uno dei suoi più grandi protagonisti. È morto Stephen Tataw, capitano di quella nazionale che raggiunse i quarti di finale.

Il Camerun di Italia ’90 fu una delle squadre più iconiche e romantiche dell’inizio del decennio. Una selezione di “leoni” che al campionato mondiale giocato in casa nostra fu protagonista di una cavalcata che valse i quarti di finale, cavalcata fermata ai tempi supplementari dall’Inghilterra che vinse 3-2. Stephen Tataw fu il capitano di quella nazionale: una squadra che all’esordio fu capace di sconfiggere l’argentina di Maradona (poi finalista sconfitta dalla Germania) e che fece innamorare milioni di spettatori in tutto il mondo. Tataw se ne va all’età di 57 anni nella sua casa di Yaounde.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Trump vuole vietare Tik Tok. La Cina risponde?

Morto Steven Tataw: chi era il capitano del Camerun

Tataw fu capitano e icona di quella nazionale. Nato nel 1963, ha indossato per 43 volte la maglia della sua nazionale, vincendo la Coppa d’Africa nel 1988 e partecipando anche alla spedizione mondiale del 1994, decisamente meno positiva rispetto al campionato di 4 anni prima. Infaticabile terzino destro, a fine carriera giocò nel campionato in Giappone, dove nel 1997 fu ingaggiato dal Tosu Futures. È stato lui il primo calciatore africano del campionato del sol levante. La notizia della sua morte è stata confermata sia da suoi ex compagni di nazionale che dalla stessa federazione calcistica del Camerun.

Tenta anche un provino per il QPR, senza però riuscire a essere ingaggiato dal club inglese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milano, trovato morto uomo su panchina