Coronavirus, allarme a Pozzuoli: caso in pubblici uffici, c’è un positivo

Coronavirus, allarme a Pozzuoli per un caso che riguarda la sede centrale del comune flegreo vicino Napoli. Un giovane è risultato positivo al tampone

Coronavirus, allarme a Pozzuoli. Un giovane stagista del Comune flegreo, impiegato nella sede centrale nell’Ufficio Tecnico che ha sede nel Rione Taiano, è risultato positivo al tampone.

Seguendo la prassi, il ragazzo era stato sottoposto al test sierologico come tutti i dipendenti il cui esito era stato negativo. Poi successivamente ha fatto il tampone ed è emerso di aver contratto il Covid-19.

Il giovane è stato sottoposto anche a un secondo tampone e si attendono i risultati.

In via precauzionale l’ufficio è stato chiuso così come tutta la palazzine 3 del plesso comunale. Per i dipendenti è stato disposto lo smart working.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, paura per una hostess di un volo Ryanair diretto a Catania

Coronavirus, a Pozzuoli alcuni casi già la settimana scorsa

seconda ondata
Tamponi coronavirus

Paura per i dipendenti del Comune di Pozzuoli, il grandissimo centro urbano a nord di Napoli. Un giovane stagista dell’Ufficio tecnico è risultato positivo al tampone dopo che ha riscontrato tutti i sintomi del Covid-19.

I tamponi sono stati disposti anche per altri venti dipendenti che hanno avuto più stretto contatto con la persona positiva negli uffici comunali.

Ma oltre l’ambiente lavorativo, ora l’Asl dovrà tracciare tutti i movimenti che il giovane, residente a Napoli, ha avuto nelle ultime due settimane e con quali persone ha avuto rapporti.

Già la settimana scorsa a Pozzuoli c’erano stati dei casi. Si trattava di un piccolo focolaio esploso “nel mondo ospedaliero” aveva scritto il sindaco della città Vincenzo Figliolia. Le persone trovate positive erano cinque di cui una “domiciliata a Pozzuoli, ma non residente”, aveva fatto sapere sempre il primo cittadino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Salerno, incidente mortale a Sala Consilina: cosa è successo