Siracusa, donna muore di Legionella: analisi epidemiologiche in corso

Nell’ospedale Umberto I di Siracusa, una donna muore a causa della Legionella: l’Asp fa partire subito le analisi epidemiologiche per arrivare alla fonte

Lutto a Siracusa, dove nell’ospedale Umberto I una donna muore in reparto a causa della Legionella. Una morte che mette in apprensione anche tutto il settore sanitario e che porta l’Asp di Siracusa, Azienda Sanitaria Provinciale, a far scattare le analisi epidemiologiche. Il batterio infatti sarebbe di natura ambientale e l’azienda sanitaria sta cercando di trovarne la fonte di partenza. Bisognerà analizzare tutti i luoghi frequentati dalla vittima, dal luogo di lavoro a quelli di vita privata. Per fare ciò è necessario l’intervento dei tecnici del SIAN, già prontamente al lavoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, paura per una hostess di un volo Ryanair diretto a Catania

Siracusa, Legionella porta alla morte una donna: come agisce il batterio

coronavirus lettera medici pavia
Medici fuori al pronto soccorso (Getty Images)

Un caso mortale di Legionella spaventa la Sicilia. Infatti all’ospedale Umberto I di Siracusa, una donna è deceduta a causa proprio del batterio. Immediatamente sono state avviate le procedure per riuscire a trovare la fonte da dove potrebbe essere partito il batterio. Questo batterio infatti attacca l’apparato respiratorio, provocando problemi alle vie respiratorie. Questa malattia può essere trasmessa attraverso piccole particelle nebulizzate, quindi attraverso condotti d’aria, termosifoni e condizionatori. In Italia si stimano un centinaio di casi ogni ogni anno, con una mortalità tra il 5 ed il 15%. Naturalmente nel caso di Siracusa si sta prontamente intervenendo per cercare di capire come la donna deceduta abbia contratto la malattia e cercare di isolare la fonte. A lavoro ci sono i tecnici SIAN, incaricati dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Siracusa, che ha prontamente fatto scattare le analisi epidemiologiche.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Papa Benedetto XVI in gravissime condizioni: paura in Vaticano