Coronavirus, ritornano dalle vacanze di Corfù: sono positivi al test

Coronavirus, sette ragazzi che sono stati in vacanza sull’isola Greca sono risultati positivi ai tamponi. Sale leggermente il numero dei contagi in Campania

Coronavirus, sette ragazzi che sono stati in vacanza a Corfù, in Grecia sono risultati positivi ai tamponi al loro rientro a Napoli. Sale leggermente il numero dei contagi in Campania che domenica scorsa ne contava quattordici. Di questi, cinque sono di competenza dalla Asl 1 di Napoli. Prima dei giovani vacanzieri, infatti, era risultata positiva una donna che era ricoverata in Ortopedia al Pellegrini di Napoli. Pronta per le dimissioni, ha effettuato il tampone di routine ed è risultata positiva mentre al primo era negativo. Ora la donna è stata trasferita all’ospedale del Mare.

I ragazzi tornati da Corfù si aggiungono ai tre di Ottaviano che erano stati anche loro in vacanza ma in Salento, risultati anche loro positivi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, Putin annuncia: “Pronto il vaccino”

Coronavirus, positivi anche sette ragazzi di Arezzo

coronavirus
Tamponi coronavirus

La Grecia sta vivendo già la paventata seconda ondata che potrebbe investire l’Italia dall’autunno. Proprio sulle bellissime coste elleniche molti giovani italiani stanno trascorrendo le loro vacanze e c’è il timore per il virus d’importazione.

L’età media dei contagiati, infatti, è calata, e non sono poche le testimonianza dei giovani che raccontano che in luoghi di vacanza non tutti rispettano le regole anti Covid.

È il caso di sette ragazzi di Arezzo rientrati come quelli di Napoli da Corfù. Sono tutti diciannovenni e hanno detto che sull’isola nessuno aveva mascherine né c’erano controlli, come se il virus lì non fosse mai arrivato.

I ragazzi aretini hanno aggiunto che loro avevano le mascherine e che le avevano anche usate in discoteca, ma che poi le avevano tolte quando tutti li guardavano “come se fossimo dei marzani”, hanno raccontato a Open.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Valencia, due positivi al Coronavirus: messi in isolamento