Autogrill lancia la nuova misura anti Covid-19: cos’è Click&Good

Autogrill si è da subito mostrata molto sensibile all’argomento Covid-19, ora che la situazione lo richiede lancia un nuovo servizio super pratico: ecco cos’è Click&Good e a cosa serve.

Autogrill ha deciso di dare una svolta al ristoro in autostrada, dando la possibilità ai viaggiatori di usufruire di una nuova prestazione. Attraverso i c.d. pick-up point adesso è infatti possibile usufruire del servizio Click&Good.

Questa nuova prestazione offerta da Autogrill consente di prenotare il proprio pasto effettuando il pagamento in maniera digitale; il tutto è possibile grazie all’app My Autogrill che occorrerà scaricare sul proprio smartphone. Proprio all’interno dell’App è infatti disponibile già da metà luglio scorso la nuova funzionalità. Scopriamo di più sulla nuova funzione Click&Good messa a disposizione da Autogrill.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Crociere, Costa riaccende i motori: a settembre parte “Deliziosa”

Autogrill e i Pick up Point: il nuovo servizio Click&Good

Autogrill Click&Good
Autogrill Click&Good (Getty Images)

In sostanza i viaggiatori potranno prenotare anticipatamente non solo i generi alimentari, ma anche gli altri prodotto venduti dalla rete Autogrill, una volta giunti sul posto occorrerà semplicemente segnalare il proprio arrivo e ritirare comodamente il proprio ordine da un incaricato presso il punto pick-up.

Si tratta di una bella novità perché non solo si consente di usufruire dei servizi di Autogrill in tutta sicurezza evitando assembramenti e pericoli di contagio, ma, come effetto collaterale positivo, questa nuova funzione dà la possibilità di evitare lunghe e spiacevoli attese, rivelando tutta la sua praticità.

Ad oggi il servizio è attivo in più di 45 punti vendita che sono geolocalizzabili attraverso l’app, l’unico modo per usufruire di questo comodo servizio è dunque quello di scaricare l’app e di disporre di una modalità di pagamento online.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Estate 2020, mete più gettonate per le vacanze: in cima un’italiana