Viviana Parisi e Gioele: parla un testimone. Cosa sappiamo

Si infittisce il mistero di Caronia. A pochi giorni dal ritrovamento del cadavere di Viviana Parisi proseguono le indagini per trovare il figlio Gioele. Intanto arriva la testimonianza di un turista.

Il mistero di Caronia diventa di giorno in giorno sempre più fitto. E di giorno in giorno, purtroppo, si affievoliscono le speranze di ritrovare vivo il piccolo Gioele, di 4 anni, figlio di Viviana Parisi. È il caso di cronaca di questo agosto (e forse di questa estate), quello legato alla scomparsa della disc-jockey di origini piemontesi e di suo figlio dopo un piccolo incidente stradale con poche conseguenze. Invece Viviana con il piccolo si erano dileguati per le campagne di Caronia, facendo sparire le loro tracce. Fino al ritrovamento del cadavere della donna, mentre risulta ancora scomparso il giovane Gioele. Intanto parla un testimone: “Ho visto la donna con il figlio, era vivo in braccio a Viviana dopo l’incidente“, riferisce il Procuratore di Patti citando il turista del nord Italia che ha risposto all’appello degli inquirenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Bollettino Covid, i dati del 17 agosto 

Mistero di Caronia: come è morta Viviana Parisi?

Da chiarire i molti dubbi che ruotano attorno alla vicenda. Perché Viviana avrebbe dovuto recarsi in auto così lontano da casa sua, perché dileguarsi dopo un piccolo incidente stradale, per di più senza conseguenze? Perché sparire nelle campagne di Caronia, senza dare notizia di sé e del figlio? E il figlio che fine ha fatto? Tutte domande alle quali stanno cercando di dare una risposta gli inquirenti, mentre le squadre di soccorso, coadiuvate da cani molecolari e droni stanno scandagliando la zona dove è stato ritrovato il cadavere di Viviana. Non si esclude nessuna ipotesi ma sembra che la donna sia stata vittima di un’aggressione, da parte di persone o di animali selvatici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Donna scompare a Crema: ritrovata auto bruciata