Riapertura scuole: la catena “anti autorizzazione” spopola sul web

Rimane quella del 14 settembre la data per la riapertura scuole. Sul web, intanto spopola una catena di Sant’Antonio condivisa da molti genitori ignari delle dinamiche di internet.

Quella delle catene di Sant’Antonio è una dei fenomeni, sempre più ricorrenti nel web e nel mondo dei social, più fastidiose e inconcepibili per chi invece le dinamiche di internet le mastica almeno un minimo. Annunci e dichiarazioni che diventano virali di cui molte persone sono convinte che siano una manifestazione “ufficiale” delle loro volontà e intenzioni. L’ultima nata in ordine di tempo di queste catene riguarda la riapertura delle scuole e, nello specifico, la “non autorizzazione” di isolare i ragazzi in caso di sintomi influenzali. Un testo che, attraverso migliaia di copia e incolla di internauti (soprattutto mamme) della prima ora, sta diventando virale. Il tutto, ovviamente, è una fake news.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Violento terremoto nelle Filippine 

“Non autorizzo a isolare mio figlio” la catena per la riapertura delle scuole

Le bacheche di molte mamme iscritte a Facebook stanno riempiendosi di un post in cui si manifesta la non autorizzazione all’isolamento dei bambini in caso di sintomi influenzali a scuola. “Nessun personale sanitario può prelevare mio figlio da scuola in mia assenza traumatizzandolo” si legge in un estratto della catena che, ovviamente, non ha nessuna validità. Se non quella di manifestare l’ignoranza di tutti coloro che la stanno condividendo in queste ore. Le linee guida del Ministero, tra l’altro, non prevedono che il bambino con sintomi influenzali venga prelevato e messo in isolamento. Anzi, la normativa prevede che i genitori si rechino all’istituto scolastico per riportare a casa il proprio figlio in caso di avvisaglie da Covid.

Fino alla maggiore età io genitore sono unico tutore di mio figlio” e povero figlio, verrebbe da dire…

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, i dati dell’ultimo bollettino