Riapertura scuole, Di Maio conferma: ”Si ripartirà il 14 settembre”

Il Ministro Luigi Di Maio durante il Giffoni Film Festival annuncia la ripartenza delle scuole: ”Diritto all’istruzione fondamentale”

Dopo più di cinque mesi di assenza dai banchi di scuola, si è finalmente pronti a tornare allo studio. Dopo i tanti dubbi legati al nuovo rialzo dei contagi in Italia(più di 1400 nuovi casi ieri) viene confermata la riapertura delle scuole. A rassicurare famiglie e docenti è il Ministro degli affari esteri, Luigi Di Maio, che durante il Giffoni Film Festival conferma: ”La Ministra Lucia Azzolina ed il governo hanno tranquillizzato famiglie, insegnanti e studenti poiché la scuola riparte il 14 settembre e lo farà in totale sicurezza”. Parole importanti quelle del Ministro Di Maio, che rassicurano i più dubbiosi in questo periodo in cui il Coronavirus torna a spaventare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Referendum, dure le parole di Renzi: “Tutto questo è inutile”

Di Maio conferma la riapertura delle scuole: parole anche sul referendum ed il caso Regeni

luigi di maio referendum settembre
Luigi Di Maio, ministro degli Affari Esteri del secondo Governo Conte (Getty Images)

Luigi Di Maio presente al Giffoni Film festival rassicura il mondo dell’istruzione e conferma la riapertura delle scuole il prossimo 14 settembre. Poi il Ministro degli affari esteri parla anche del referendum, dichiarando: ”Si voterà in sicurezza, ma si voterà. Sopratutto in questi momenti dobbiamo dare segnali di normalità. Dopo tanti anni abbiamo l’occasione di passare da 945 deputati e senatori a 600”. Infine Di Maio, sollecitato dai ragazzi presenti all’evento, si esprime anche sul caso Giulio Regeni dichiarando: ”Senza l’ambasciatore al Cairo, non avremmo avuto la possibilità di far incontrare le due procure. Pretendiamo la verità su Giulio Regeni ed abbiamo preteso la riattivazione delle relazioni. Per questo caso e quello di Patrick Zaky abbiamo la massima attenzione”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Allerta meteo a Genova: forti temporali al Santuario della Guardia