Agrigento, migrante in fuga dal centro d’accoglienza: muore investito

Sulle strade di Agrigento un migrante muore investito da un’autovettura: correva in fuga dal centro d’accoglienza. Agenti feriti nella folle corsa.

Una notizia dell’ultimissima ora e con la quale si apre una giornata nera in Italia. Un ragazzo, migrante, in fuga dal centro d’accoglienza di Agrigento è morto investito sulla strada da un’autovettura che non lo ha visto in tempo e non ha potuto fare altro che colpirlo in pieno. Il tutto è accaduto lungo la statale 115. L’uomo, un eritreo di 20 anni del quale non si conosce ancora nome e cognome, era in fuga dal centro Villa Sikania di Siculiana, piccolo comune di Agrigento con poco meno di 5.000 anime al suo interno. Arrivato nella struttura il primo agosto, dopo un mese ha tentato la estenuante fuga dal luogo sopracitato. La corsa sfrenata del ragazzo ha preso piede nel cuore della notte. Sul posto c’erano anche diversi agenti, intenti a stoppare il ragazzo: feriti anche loro e trasportati in ospedale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Castelfiorentino, incidente tra autocarro e moto: morto 19enne

Ad Agrigento un migrante muore investito: nel tragico epilogo coinvolta anche la polizia

È a tutti gli effetti una tragedia quella che si è consumata nelle strade di Agrigento. Un ragazzo in fuga in cerca di quella “apparente libertà”. Un’autovettura che sopraggiunge ad alta velocità. Gli agenti di polizia che lo rincorrono e poi il terribile schianto. Non è un film, ma la semplice e cruda realtà.

Il conducente è ora in stati di fermo con l’accusa di omicidio stradale. Al momento del terribile impatto sono stati sbalzati via anche tre agenti di polizia. Poi trasportati, d’urgenza, all’ospedale San Giovanni di Dio.

Sul posto, per l’intera notte, hanno lavorato altri agenti di polizia accorsi immediatamente dopo il tragico epilogo. L’uomo accusato di omicidio guidava una Volkswagen Touareg, che li ha letteralmente travolti, senza neanche fermarsi per l’immediato soccorso. L’automobilista, un ragazzo di 34 anni, è stato poi raggiunto nelle prime ore dell’alba e arrestato, come detto poc’anzi, con l’accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Eboli, tragico incidente stradale: morta un’infermiera