Riapertura scuola, nuovi rinvii: Regioni e Comuni che hanno posticipato

Riapertura scuola, la data fissata del 14 settembre è ormai saltata per molte regioni italiane. Da Nord e Sud, ecco dove si posticipa l’apertura

Riapertura scuola, a molti la data del 14 settembre era sembrata quasi impossibile, una corsa contro il tempo e così è stato. Tanti i Comuni che hanno chiesto il rinvio e le Regioni hanno acconsentito o in alcuni casi è successo il contrario con i governatori – come il campano De Luca – che ha posticipato il rientro tra i banchi.

Mentre si discute ancora di mascherine in aula e altre regole di comportamento anti-Covid, alcuni istituti sono stati chiusi prima ancora della riapertura perché sono emersi casi di alunni o personale positivi nei giorni dei test di recupero che sono cominciati il 1 settembre come successo in Piemonte, in Friuli Venezia Giulia o in Calabria. In quest’ultima regione, infatti, la prima campanella suonerà il 24 settembre, come in Campania.

Più della metà delle Regioni riprenderà il 14 mentre cinque regioni lo faranno il 24 settembre. Il Trentino Alto Adige può sembrare un’eccezione con gli alunni che sono ritornati a scuola lunedì scorso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bambino positivo al Covid in una scuola materna a Piacenza

Riapertura a scuola, in alcuni Comuni dopo il referendum

riapertura scuola
sanificazione scuola (Getty Images)

Il 16 settembre sarà il turno del Friuli e il 22 toccherà alla Sardegna e due giorni dopo – oltre alle già citate Calabria e Campania – invece in Puglia, Abruzzo e Basilicata.

Situazione un po’ diversa il Liguria dopo che alcuni sindaci hanno firmato le ordinanze per posticipare la riapertura a dopo il referendum del 20 e 21 settembre.

Uno dei primi a rinviare è stato il sindaco di Bogliasco, in provincia di Genova, seguito poi da altri colleghi vicino Imperia. Ma l’Anci in Liguria, l’Associazione dei Comuni, e il governatore Toti sono intervenuti esprimendo preoccupazione che l’inizio della scuola possa essere sempre più posticipato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, si torna a scuola: ecco le 10 regole da rispettare