Inizia la Premier League, ma senza Manchester City e United: il motivo

Nuova stagione che inizia in Premier League, ma nella prima giornata ci saranno due grandi assenti, Manchester City e United

La nuova stagione della Premier League è pronta a partire. Dopo 48 giorni dalla chiusura dello scorso campionato, che ha visto trionfare il Liverpool, che vince il campionato dopo 30 anni, la massima competizione inglese riapre i battenti. I favoriti sono senza dubbio gli uomini di Jurgen Klopp, ma il Manchester City ed i tanti rinforzi del Chelsea gli daranno filo da torcere. Alla prima giornata di campionato però, non parteciperanno il Manchester City ed il Manchester United. Infatti, le partite delle due squadre contro rispettivamente Aston Villa e Burnley, sono state rinviate poiché le due società di Manchester sono state quelle ad arrivare più avanti in Europa e quindi a terminare in ritardo la scorsa stagione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ilaria D’amico dice addio al calcio: Sky ufficializza la sostituta

Premier League, via alla prima giornata: Liverpool in casa contro il neo promosso Leeds, derby tra Fulham ed Arsenal

Premier League
Craven Cottage, stadio del Fulham (Getty Images)

Si apre oggi una nuova stagione di Premier League in Inghilterra. Nella prima giornata, come sopracitato, mancheranno Manchester City e United. La stagione per i campioni del Liverpool si aprirà tra le mura amiche contro il neo promosso Leeds, squadra che ha vinta la scorsa Championship e guidata da Marcelo Bielsa. Mentre l’Arsenal andrà in trasferta al Craven Cottage del Fulham, per affrontare gli uomini di Scott Parker. Il Tottenham di Jose Mourinho invece troverà davanti l’Everton di Carlo Ancelotti, che si è fortemente rinforzato in questa finestra di calciomercato. La sorpresa del calciomercato, il Chelsea di Frank Lampard, che ha acquistato moltissimi giocatori di talento rivoluzionando la rosa, giocherà invece il monday night in casa del Brighton. Una Premier League che come sempre si preannuncia spettacolare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Valori Fifa 21, Lukaku si sfoga: “È una mossa pubblicitaria!”