Usa, ameba mangia cervello uccide 13enne: tragedia al lago

Un ragazzo di 13 anni è morto a causa di un’ameba mangia cervello. Il giovane si trovava in Florida in campeggio: fatale il bagno in un lago

Morto a 13 anni per un’ameba mangia cervello. La terribile esperienza vissuta da Tanner Lake Wall, deceduto a causa di un parassita. Il ragazzino si trovava in Florida, in campeggio, quando la Naegleria Fowleri (ameba mangia cervello) gli è entrata nel naso. La storia è stata svelata solo pochi giorni fa dai genitori, che hanno voluto divulgare la notizia con il fine di mettere in guardia la popolazione sulla pericolosità dei laghi. Il decesso risale ad agosto, il bambino si trovava in vacanza in Florida dal 23 al 26 luglio. Dopo aver contratto il parassita, il 13enne avrebbe accusato sintomi come forte mal di testa, vomito e nausea. All’ospedale però, i medici hanno ricondotto tali sintomi a una semplice influenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Oms, no al saluto col gomito:”si infrange il distanziamento”

Ameba mangia cervello uccide 13enne, il padre: “attenzione ai laghi”

Lago
Lago (gettyimages)

Con il peggiorare dei sintomi i genitori di Tanner l’hanno portato all’ospedale di Gainsville, dove il bambino è stato sottoposto a nuovi esami. Li la tragica scoperta. Non vi è cura per la meningoiencefalite amebica primaria. Non essendoci più speranze per il figlio, la madre e il padre hanno dunque tragicamente deciso di staccare la spina al ragazzo. La notizia è stata divulgata proprio dai parenti, alla stampa locale, per mettere in guardia la popolazione sui rischi di questi rari ma fatali incidenti. La sensibilizzazione dell’opinione pubblica è l’obiettivo che i genitori hanno avuto nel rivelare la loro triste disavventura. L’ameba, racconta il padre, può essere presente nei laghi da luglio a settembre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Unicredit down, crash dei servizi online: disagi in tutta Italia