Il cartello della droga era a Firenze: l’intervento della Polizia

Autentico e corposo cartello della droga in quel di Firenze: in una delle città delle prossime elezioni regionali finiscono in manette decine di persone

Firenze si sveglia con i lampeggianti delle sirene della Polizia sparati su tutta la città. Stamani è avvenuta una vera e propria maxi-operazione operazione coordinata da varie autorità internazionali.

Al centro di tutto il cartello della droga, con sede nella bella città di Firenze, una delle tante che sarà coinvolta nelle prossime elezioni regionali, assieme alle altre città della regione del centro Italia.

Nel corso dell’operazione sequestrate tonnellate di droga e milioni di euro: un vero e proprio bottino che apparteneva al cartello della droga su scala continentale. Un cartello in mano a dei gruppi albanesi. Un intervento delicato, che la Polizia ha saputo condurre nel migliore dei modi sino alla sua conclusione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Operazione anti-droga: coinvolte diverse regioni d’Italia, molti gli arresti

Non solo Firenze: la droga viaggiava per tutto il continente

polizia cartello firenze droga
Auto della Polizia di Stato (Getty Images)

Da Firenze partivano gli ordini che, poi, si allacciavano ad altri gruppi per poter spacciare e trasportare la droga a livelli continentali. Se si pensa a questa parola si può immaginare codesta operazione come qualcosa di intenso e delicato nell’ambito del crimine europeo nel campo della droga.

La Polizia di Firenze è riuscita a mettere le manette ai polsi di decine di persone, tutte immischiate in questo pesante cartello che, ricordiamo, era leader in Europa. Non solo la Polizia di Firenze. Quest’ultima, per tutto il lasso di tempo delle indagini, è stata accompagnata da altre forze che hanno dato un grande supporto a livello nazionale ed europeo.

Per questa operazione che ha preso il nome di Joint Investigation Team hanno partecipato anche: il Servizio centrale operativo della Direzione anticrimine, la Finec olandese e la Direzione centrale per i servizi antidroga. Con il coordinamento di Eurojust ed Europol. Per finire con la Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo e con la Direzione centrale della polizia del criminale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cagliari, furiosa lite tra vicini di casa: ucciso un uomo di 44 anni