Arriva serie tv su Yara Gambirasio e Bossetti: dove sarà possibile vederla

Le docu-serie stanno riscuotendo sempre più successo sulle piattaforme di streaming online. È attesa per quest’anno anche quella sull’omicidio di Yara Gambirasio.

Yara Gambirasio uccisa nel 2010
Yara Gambirasio (fonte: YouTube)

L’omicidio di Yara Gambirasio ha sconvolto l’Italia nel 2010. La ragazzina, poco più che 13enne, fu uccisa nelle campagne di Brembate di Sopra, piccolo comune nel Bergamasco. A essere condannato all’ergastolo per l’omicidio è stato Massimo Bossetti, riconosciuto come unico colpevole.

Dopo il successo della docu-serie Sanpa, che racconta le vicende della comunità di San Patrignano e del suo fondatore Vincenzo Muccioli, la casa di produzione “42” di Gianluca Neri pensa già ad altri progetti. Tra questi, una serie proprio sull’omicidio di Yara.

Dove si potrà vedere la serie su Yara Gambirasio

In realtà, il progetto di Gianluca Neri su Yara è, appunto, ancora un progetto. La casa di produzione, consacrata definitivamente al successo da Sanpa, ha deciso di puntare su serie che raccontino fatti di cronaca. “Vogliamo creare prodotti inediti, – ha detto Neri – qualcosa che il mercato italiano ancora non conosce”.

Su Netflix, invece, già nel 2021 dovrebbe uscire un film sulla vicenda di Yara e di Massimo Bossetti che sarà prodotto dalla Taodue e avrà nel cast Alessio Boni e Isabella Ragonese.

I progetti della “42” che ha prodotto Sanpa

Gianluca Neri titolare di 42
Gianluca Neri, titolare di “42” (fonte: Twitter)

Gianluca Neri, titolare della 42, è stato anche consulente del processo sull’omicidio di Yara Gambirasio. Ha potuto quindi accedere a tutti gli atti. Questo sicuramente sarà un plus nel momento in cui sarà girata la serie.

In particolare, oltre all’omicidio di Brembate, si sta pensando di raccontare anche la storia del film “La porta del cielo” di Vittorio De Sica, girato per salvare i molti ebrei ingaggiati come comparse dalle persecuzioni naziste. Ci sarà spazio anche per la storia di Gian Franco Franciosi, narcotrafficante in Italia per conto dei colombiani, poi divenuto informatore per conto della polizia.

Per ora, però, Neri e la sua casa di produzione si godono il successo di Sanpa-Luci e tenebre di San Patrignano, serie apprezzata dal pubblico, ma che ha fatto storcere il naso a chi invece della comunità ha fatto parte.