Mara Maionchi si schiera con Morgan: “Escluso a Sanremo? Follia!”

Mara Maionchi ha commentato l’esclusione di Morgan da Saremo difendendo il collga. Il cantante è un uomo geniale, ma non viene capito.

mara maionchi
Mara Maionchi a X-Factor 11 (fonte gettyimages)

La produttrice discografica, Mara Maionchi, ha commentato l’esclusione del cantante Morgan dalla kermesse di Sanremo. Ospite a La Confessione, in onda su Canale 9 venerdì 8 gennaio alle 22:45, la Maionchi ha descritto il collega come un uomo geniale, ma pieno di difetti. La sua genialità non verrebbe capita dal pubblico proprio per i suoi troppi difetti che non riesce a controllare. La talent scout non si è fatta problemi a confessare che secondo lei Morgan è il miglior giudice di X-Factor.

L’ex giudice di X-Factor, nonostante i tanti lati postivi e affascinanti del suo carattere, è stato cacciato da Sanremo come concorrente in gara e dal ruolo di giudice a Sanremo Giovani. Il cantante non viene più chiamato in nessun programma a causa dei suoi difetti, che non sopporta più nessuno. Dopo la “scenata” con Bugo fatta a Sanremo, gli autori e il conduttore sono molto più restii a dargli una seconda possibilità.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>> Amadeus risponde a Morgan: “Ha mentito. Ecco perché è fuori da Sanremo”

Non è la prima volta che Morgan viene escluso da Sanremo

Ospite a La Confessione, la produttrice discografica ha parlato insieme a Peter Gomez di Morgan e del motivo dietro l’esclusione a Sanremo 2021. Secondo la Maionchi sarebbe un peccato la sua non partecipazione al Festival più importante della musica italiana, ma oramai i suoi lati negativi hanno preso il sopravvento e non si riesce più a creare spazio per la sua genialità e il suo lato artistico. “E’ un vero peccato” ha commentato Mara, che ha descritto Morgan geniale. E proprio come tutti i geni è destinato a non essere capito.

Il direttore del ilfattoquotidiano.it ha ricordato alla Maionchi che non è certo la prima volta che il cantante viene escluso da Sanremo. Nel 2010 venne escluso dalla kermesse per un’intervista sulla droga, la domanda di Gomez viene spontanea “anche i Rolling Stone sarebbe stati eslcusi?“, la risposta della discografica è una sentenza “loro non ne avrebbero avuto bisogno“.