Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute del 2 Febbraio 2021

Il Ministero della Salute ha reso noti, tramite il consueto bollettino, i dati dell’epidemia da Covid-19 aggiornati al 2 Febbraio.

bollettino 2 febbraio
Bollettino (Fonte Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati del bollettino ufficiale aggiornato al 2 Febbraio 2021 in merito alla pandemia globale da Coronavirus. I casi di contagio nel nostro Paese sono saliti a 2.570.608 con un incremento di 9.660 unità rispetto a ieri. Ancora in calo dei soggetti attualmente positivi che ad oggi risultano essere 437.765 (-9.824), così come i ricoveri in terapia intensiva (-38) che ammontano a 2.214. I guariti ad oggi sono 2.043.499, ossia 18.976 in più rispetto alla giornata di ieri. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 499 decessi che hanno portato il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza a 89.344.

Nuovo allarme per la variante sudafricana del Covid-19

bollettino 2 febbario
Covid, immagini dal Regno Unito (Fonte GettyImages)

Il Covid-19 continua a imperversare in Italia e nel mondo. Nonostante l’arrivo del vaccino, la soglia d’attenzione è particolarmente elevata in diversi Paesi. Sono molte le Nazioni a combattere con impennate importanti di casi, le quali stanno mettendo a dura prova l’intero sistema sanitario nazionale. In particolare, ormai da settimane, la situazione è drammatica nel Regno Unito. La variante inglese sta circolando con forza, causando un gran numero di contagi e vittime.

LEGGI ANCHE >>> Vaccino Covid, l’Oms fa marcia indietro sulle donne in attesa: la novità

Ora, però, il Governo e gli alti ranghi della sanità fanno i conti con una nuova variante che desta grande preoccupazione tra gli esperti. Stiamo parlando di quella sudafricana: sembra avere la capacità di espandersi e aggravare la situazione in un territorio che attualmente è già a dura prova quale il Regno Unito. Di seguito le ultime novità e la decisione da parte del Governo britannico.

PER APPROFONDIRE CLICCA QUI>>> Covid, allarme per la variante sudafricana: decisione forte del Governo

Cambiano le norme rispetto alla distribuzione del vaccino anti Covid per le donne in gravidanza

bollettino 2 febbraio
vaccino covid Oms donne (Fonte Pixabay)

I vaccini al momento sono la maggiore arma per cercare di sconfiggere il Covid. Il virus infatti nell’ultimo anno ha messo in ginocchio il mondo, provocando molte morti e portando a restrizioni che hanno cambiato la quotidianità umana. Ora però con la distribuzione dei vaccini si torna a sperare di tornare alla normalità il prima possibile, anche se non tutti possono usufruirne.

Infatti inizialmente l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), aveva raccomandato di non vaccinare le donne in gravidanza, oggi però le cose cambiano. Infatti sulla pagina del vaccino Moderna si legge: “Non abbiamo motivo di pensare che ci siano rischi per le donne incinta che superino i benefici”. Dunque cambiano le norme, anche se Pfizer e BionTech continuano a mantenere la stessa linea, non raccomandando la vaccinazione alle donne in gravidanza.