ClubHouse, cresce la febbre per il nuovo social: quando esce su Android?

Ormai è Clubhouse mania. Il social dei vocali sta spopolando anche in Italia, ma per ora è disponibile solo per utenti Apple. Quando arriverà anche su Android?

Clubhouse quando su android
Il social Clubhouse (fonte: Instagram)

Il social dei vocali Clubhouse sta spopolando sempre più. A lanciarlo definitivamente è stato l’endorsement da parte di Elon Musk, che la scorsa settimana ha dirottato sulla piattaforma gran parte dei suoi seguaci, mandando in tilt il social per qualche ora.

A renderlo l’oggetto del desiderio del momento da parte degli internauti, c’è il fatto che è ancora disponibile soltanto per utenti iOS e che, per iscriversi, è necessario essere invitati da chi è già dentro. Questo ha sviluppato l’increscioso fenomeno di chi ha iniziato a vendere gli inviti su altri social.

Ma quando sarà disponibile anche per Android? I fondatori di Clubhouse, Paul Davison e Rohan Seth, hanno fatto sapere che stanno già lavorando per poter rendere il social disponibile anche per gli utenti Adroid, in modo da allargare il più possibile la rete di iscritti. I tempi non sono ancora chiari, ma la speranza è che questo avvenga il prima possibile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Clubhouse, entra anche Zuckerberg: reazione inaspettata del social

Clubhouse: i dubbi del Garante della privacy

Il social della voce, così infatti è stato ribattezzato in virtù del fatto che permette solo la condivisione di messaggi vocali, è già entrato nel mirino del Garante della privacy. Secondo quest’ultimo, Clubhouse non rispetterebbe  a pieno il Gdpr, cioè il regolamento europeo sulla protezione dei dati.

Il Garante italiano della privacy ha già inviato una richiesta formale alla Alpha Exploration, società fondatrice del social, per chiedere lumi su come vengono utilizzati i dati privati degli utenti. L’azienda ha 15 giorni di tempo per spiegare come mai al momento dell’iscrizione vengono richiesti dati personali come il numero di telefono, senza fare alcun riferimento alle normative europee (come invece è obbligatorio fare).

Infine, il Garante ha chiesto spiegazioni anche su come verranno trattate le note vocali inviate. Il timore è che possano essere fatte analisi biometriche sugli audio per ricreare l’impronta vocale degli utenti.

Intanto Clubhouse è diventato il posto preferito dei bloggers. Qui si aprono discussioni su tutti i temi, dall’economia alla politica, fino alle cose più frivole. Il bello è che chiunque può parlare con i personaggi che le organizzano. Pensate a chi ha avuto la fortuna di parlare con Elon Musk del suo progetto di sbarcare su Marte.