Oscar 2021 in presenza: la soluzione “vintage” dell’Academy

Lo scorso anno la cerimonia di assegnazione degli Oscar fu uno degli ultimi eventi a tenersi in presenza, prima che gli USA fossero colpiti dal Covid. Per quest’anno si prova il “miracolo”.

Oscar Novità Film Stranieri
La statuetta dell’Oscar sul palco (Getty Images)

È stata ritardata per ovvi motivi legati al Covid la cerimonia di assegnazione degli Oscar. In questo 2021 l’importante evento che premia i migliori film e attori si terrà il prossimo 25 aprile (solitamente si svolge tra gennaio e febbraio) e l’organizzazione sta cercando di rendere possibile la presenza del pubblico (seppur in numero chiaramente ridotto di presenti).

Con l’avvio della campagna di vaccinazione che negli USA prosegue spedita (Biden vorrebbe raggiungere i 100 milioni di vaccinati in un mese) i primi eventi iniziano ad essere aperti al pubblico. L’NBA ha aperto le prime arene (undici in totale su tutto il Paese) a circa 3000-3500 spettatori a match (non senza disagi), la scorsa finale del Superbowl si è giocata davanti poco più di 25 mila persone. Anche l’Academy quindi sta cercando di organizzare la cerimonia degli Oscar in presenza, con una soluzione “innovativa” ma che guarda al passato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Oscar 2021, c’è anche un’italiana 

Oscar 2021: “Live da diverse location”

L’idea degli organizzatori è quella di dar vita a un evento diffuso, in diretta da più location. Come spiega un portavoce dell’Academy, infatti, l’intenzione è quella di trasmettere: “… live la cerimonia da diverse location, compreso lo storico Dolby Theatre”. Un’idea che potrebbe coinvolgere altre città anche al di fuori degli Stati Uniti. Già negli anni 50 la cerimonia di assegnazione delle statuette si avveniva in concomitanza a New York e Los Angeles, per quest’anno l’evento potrebbe interessare tutto il mondo.

In questo modo si ridurrebbero di molto i viaggi e gli spostamenti, si garantirebbe il distanziamento sociale pur coinvolgendo tutti i protagonisti che possono prendere parte alla cerimonia di premiazione.

L’obiettivo, insomma, è quello di organizzare un evento dal vivo in contemporanea da varie città del mondo. “Non vediamo l’ora di fornirvi presto altri dettagli” ha spiegato il membro della Academy.