Coronavirus, ancora alto il numero di contagi: il bollettino del 24 luglio

Il bollettino sul coronavirus relativo al 24 luglio: ancora elevato il numero di contagi, mentre si registrano cinque decessi e oltre trecento guariti

Il bollettino sul coronavirus del 24 luglio non placa la crescente preoccupazione per la situazione in Italia. I dati della Protezione Civile parlano di 252 nuovi contagiati nelle ultime ventiquattro ore, numero inferiore agli oltre trecento di ieri, ma comunque vicino al livello di guardia. Cinque i decessi, mentre i guariti nell’ultimo giorno sono 350. In totale le persone contagiate dal Covid-19 dall’inizio dell’emergenza sale a 245.590, mentre i decessi complessivi sono 35.097. Continuando con i dati diramati oggi nel consueto appuntamento con i numeri sul coronavirus, il totale dei dimessi sale a 198.192, mentre gli attualmente positivi sono 12.301, 103 unità in meno rispetto a ieri.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Roberto Speranza firma nuova ordinanza. I dettagli

Coronavirus 24 luglio, allerta alta in Italia: la situazione Regione per Regione

Bollettino Covid-19 22 luglio: 282 nuovi positivi
Tamponi coronavirus

Anche se in diminuzione rispetto a ieri, i dati fanno mantenere alta l’allerta in Italia: il bollettino coronavirus del 24 luglio parla di 252 nuovi contagiati. Analizzando i dati regione per regione, la Lombardia si conferma tra le zone più colpite d’Italia. Nelle ultime 24 ore i nuovi contagiati sono 53 dei quali 12 relativi a test sierologici. Guarda alta in Trentino dove ci sono ulteriori 14 positivi dopo i 30 dei giorni scorsi, tutti collegabili al focolaio Bartolini di Rovereto. Per quanto riguarda il Veneto, i nuovi positivi sono 30, mentre nel Lazio il bollettino giornaliero recita 13 nuovi contagiati. Calano i nuovi positivi in Campania: nelle ultime ventiquattro ore sono 6. Allarme anche in Puglia dove cresce ancora il numero di persone affette da Covid-19: oggi i tamponi positivi sono 13 dopo i 9 di ieri. Tornando al Centro Italia sono 11 i nuovi casi in Toscana. Guardia, quindi, sempre alta per il coronavirus con le autorità che si appellano al buon senso e invitano i cittadini alla cautela.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, studio americano: “Non si contagia con parto e allattamento”