martedì, Aprile 23, 2019
Home Blog Pagina 3

Asia Argento, malore in diretta tv: la D’Urso ferma l’intervista e lancia la pubblicità

Asia Argento

Ieri, ospite d’onore di Live – Non è la D’Urso è stata Asia Argento, che nel format “uno contro tutti” si è ritrovata a parlare della sua vita e quindi anche dei suoi amori tormentati, da Morgan a Fabrizio Corona. L’argomento più gettonato però è stato quello legato alla violenza sessuale subita dal produttore cinematografico Weinstein e, di riflesso, ci si è spostati sulla violenza che Asia avrebbe commesso a sua volta nei confronti del giovane attore Jimmy Bennett.

Insomma, per la figlia di Dario Argento è stata una serata particolarmente complessa da affrontare, e proprio le domande insistenti degli altri ospiti, unite a dei giudizi non proprio leggeri, ad un certo punto hanno provocato in Asia un improvviso calo di forze. L’attrice, dopo diversi minuti passati a rispondere a tutte le accuse e alle domande più insidiose, ha subito un crollo emotivo e si è messa a piangere: tra Serena Grandi che la rimproverava di aver denunciato troppo tardi le violenze di Weinstein e Lory Del Santo che la accusava di essersi sempre scelta degli uomini strani e difficili, Asia non ce l’ha fatta più.

La situazione si è quindi fatta tesa e imbarazzante, al punto che Barbara D’Urso, in evidente difficoltà, è corsa verso di lei e senza pensarci due volte l’ha abbracciata per consolarla. Conscia del fatto che Asia non si sarebbe ripresa subito, la conduttrice ha lanciato in fretta e furia la pubblicità.

Nonostante il siparietto, i dati di ascolto di Live – Non è la D’Urso hanno segnato un ulteriore calo rispetto alle precedenti puntate. Già la seconda puntata, seppur avesse ospiti molto interessanti come Wanna Marchi e Stefania Nobile, si era conclusa in calo rispetto alla prima puntata, ma questa terza serata ha segnato un ulteriore crollo. Per il momento però non si parla di una chiusura della trasmissione.

Il Brunei approva la legge sulla lapidazione per omosessuali e adulteri

Sultano del Brunei
Sultano del Brunei | Foto EPA

Dal Brunei arriva una notizia scioccante, una di quelle che ci riporta indietro di moltissimi anni: dalla prossima settimana, e più precisamente dal 3 aprile, gli omosessuali e gli adulteri residenti in Brunei rischieranno la lapidazione. Il piccolo Stato islamico ha difatti introdotto una norma che si rifà al Corano e che di fatto introduce una pena di morte, con annessa tortura, per tutti coloro i quali verranno considerati appunto omosessuali o adulteri.

Dalla prossima settimana in Brunei entrerà in vigore una delle norme più discusse a livello mondiale ma al contempo una delle norme più desiderate dai fanatici della Sharia. Già, perché questo pacchetto di norme riguarda non solo i gay e gli adulteri, ma anche i ladri: per loro, per esempio, verrà prevista l’amputazione di una mano e di un piede, perché questo è quanto prevede la Sharia in caso di furto.

Il Brunei è un piccolo stato del Sud Est Asiatico; uno di quelli che negli ultimi anni si è spostato sempre più verso una forma estremamente conservatrice di Islam. Nel 2014 il sultano del Brunei, che per inciso è uno dei leader più ricchi del mondo con un patrimonio personale stimato in circa 20 miliardi di dollari, ha annunciato l’intenzione di far diventare il “suo” stato una perfetta culla della Sharia islamica. L’alcol per esempio è già vietato in tutto il territorio nazionale, e sono persino previste multe e condanne per quanti non si recano alla preghiera del venerdì.

In tutto il mondo intanto si stanno moltiplicando gli appelli affinché il Brunei faccia non uno, ma due passi indietro. Amnesty International, relativamente a questo aggiornamento del codice penale, ha parlato di sanzioni “profondamente sbagliate”. Alcune norme, ha denunciato la ong, non dovrebbero neppure essere considerati reati, “come per esempio i rapporti consensuali tra persone adulte dello stesso sesso”.

Matteo Salvini ritrova l’amore dopo Elisa Isoardi: chi è la nuova fidanzata

matteo salvini e francesca verdini

Da giorni si vocifera che Matteo Salvini, reduce dalla love story con Elisa Isoardi, si sia lanciato in una nuova relazione. E ora a darne conferma è Alfonso Signorini, che nel nuovo numero di Chi svela una volta per tutte l’identità della nuova fiamma del ministro degli Interni.

Si tratta niente di meno che di Francesca Verdini, figlia di Denis Verdini, politico navigato da sempre schierato nelle fila del centrodestra (prima in Forza Italia e poi nel gruppo misto). Nella foto di copertina del tabloid si vedono Francesca e Matteo mentre passeggiano per le vie della città mano nella mano, peraltro sorridenti e anche consapevoli di essere appena stati fotografati da un paparazzo.

Questa è la prova definitiva della fine della storia d’amore tra il politico e la conduttrice Elisa Isoardi: fino a qualche settimana fa si vociferava che in realtà in due stavano continuando ad essere fidanzati, ma che alla stampa avevano lasciato credere tutt’altro soltanto per trovare un po’ di “pace”. Evidentemente però quella loro relazione è finita per davvero, anche perché ora nella vita del vicepremier pare esserci spazio solo ed esclusivamente per Francesca. Ma chi è esattamente questa ragazza?

Francesca Verdini, 26 anni, è figlia del politico e banchiere Denis Verdini. Di lei non si sa altro perché non è una persona che ha a che fare col mondo dello spettacolo e tanto meno con quello della politica: Francesca finora ha sempre condotto una vita tutto sommato ordinaria.

Nel frattempo, se da una parte è arrivata l’ufficialità della nuova storia d’amore di Matteo Salvini, dall’altra è giunta la conferma definitiva che Elisa Isoardi, a dispetto dei gossip, non è incinta: lo ha chiarito una volta per tutte lei stessa, durante una diretta tv de La Prova del Cuoco.

Grande Fratello 16: svelati opinionisti e primi quattro concorrenti

grande fratello

Mentre L’Isola dei Famosi si appresta alla conclusione, la macchina del Grande Fratello 16 sta scaldando i motori: a breve il reality show condotto da Barbara D’Urso prenderà il via, per cui tutto dovrà essere “al posto giusto”.

Tra gli elementi che caratterizzeranno questa nuova edizione del Gf e che possiamo dare per certi abbiamo Cristiano Malgioglio nelle vesti di opinionista, mentre ancora un po’ di indecisione si respira sul secondo opinionista. Voci di corridoio tuttavia affermano che sarà Iva Zanicchi a ricoprire questo ruolo, e la conferma dovrebbe arrivare proprio stasera in occasione della diretta di Live – Non è la D’Urso. Sul fronte dei concorrenti, invece, cosa si sa? Trattandosi dell’edizione Nip del Grande Fratello, è chiaro che sulla gran parte dei concorrenti si sa poco e niente perché dopotutto parliamo di persone qualsiasi.

Per quanto concerne però la fetta di concorrenti che un po’ vip lo sono, ecco che alcuni nomi sono riusciti a venir fuori. Per esempio, il nome di Cristian Imparato, ultimamente molto presente nel salotto della D’Urso, pare sia piuttosto certo; probabile anche la presenza di Ivana Icardi, ascesa alle cronache nostrane per via del pessimo rapporto con il fratello Mauro e sua moglie Wanda Nara. Si è fatto poi il nome di Fabrizia De Andrè, nipote del celebre Fabrizio, e per finire della modella Mila Suarez, ancora oggi in conflitto con l’ex fidanzato Alex Belli.

Già da questi primi nomi emerge chiaramente il taglio personale che Barbara D’Urso ha voluto dare a questo suo Gf, perché esattamente come accadde l’anno scorso, una buona parte del cast è stata ricavata da personalità che bene o male circolano nei salotti televisivi di Carmelita. Parliamo inoltre di nomi che in un modo o nell’altro riusciranno a creare dinamiche interessanti e un po’ di quell’autentico trash che da sempre contraddistingue le trasmissioni marchiate Barbara D’Urso.

Litiga con la moglie, quindi ruba un aereo e prova ad ucciderla, ma muore solo lui

charl viljoen

Charl Vilijoen, pilota sudafricano di 38 anni, deve aver conosciuto molto bene il significato del termine “ironia della sorte”: nel tentativo di uccidere la moglie, infatti, il destino ha voluto che a rimanere ucciso fosse proprio lui!

Quella sera Charl aveva litigato con la moglie durante una festa organizzata da un club privato, ed esasperato, ad un certo punto, si è allontanato minacciando di morte la consorte; quindi ha rubato un piccolo aereo da turismo che se ne stava parcheggiato sulla pista dell’aeroporto adiacente e, nel tentativo di usarlo per uccidere la donna, ha finito per schiantarsi sulle pareti del club.

La drammatica sequenza ha portato alla morte dell’uomo, rimasto ferito in modo estremamente grave dall’incidente. Nel drammatico impatto con l’edificio del club, infatti, l’uomo ha perso la vita sul colpo, ed il suo corpo è finito arso tra le fiamme che sono divampate pochi istanti dopo. La donna invece è rimasta perfettamente illesa, anche grazie alle misure precauzionali prese dalle autorità del club stesso.

Il motivo per cui lo schianto del velivolo non ha prodotto altri morti, infatti, è dovuto proprio al merito delle autorità di aver fatto evacuare il club dopo che tra i presenti si era diffusa la voce che Charl aveva minacciato di morte la moglie e si era recato in direzione del velivolo per compiere una strage. Grazie al tempismo delle autorità del club, l’unica vittima dell’incidente è stato proprio colui che in teoria avrebbe dovuto uscirne vivo!

Ma come ha fatto a diffondersi la voce su ciò che il 38enne stava per fare? Le cose avrebbero cominciato a farsi sospette quando Charl si è presentato alla festa a cui partecipava la moglie senza neppure essere stato invitato. Qui avrebbe iniziato a litigare con lei arrivando a minacciarla di morte ad alta voce. I presenti pare lo abbiano fatto allontanare, e quando Charl ha raggiunto il velivolo, dalla cabina di pilotaggio sembra abbia annunciato il suo piano ad un amico presente alla festa, chiedendogli senza alcun timore se la moglie fosse ancora presente all’interno del club.

Nell’impatto, Charl, oltre a rimetterci la vita, ha distrutto anche 13 veicoli parcheggiati nei pressi del club.

Fabrizio Corona non trova pace: i carabinieri lo riportano in carcere

fabrizio corona

Non c’è pace per Fabrizio Corona. Dopo che l’ex paparazzo ha fatto un continuo entra ed esci dal carcere sembrava che ormai la sua rimessa in libertà, seppur garantita a fronte di determinate condizioni, fosse ormai cosa certa, e invece no, perché proprio una manciata di ore fa Corona ha fatto ritorno dietro le sbarre! I carabinieri lo hanno prelevato nel pomeriggio di lunedì, a Milano, a seguito della sospensione dell’affidamento terapeutico che gli era stato assegnato per curarsi dalla dipendenza dalla cocaina.

Il giudice ha ritenuto opportuno sospendere l’affidamento terapeutico per via di reiterate infrazioni che Corona avrebbe commesso nel corso di questi mesi, cioè nel periodo in cui è stato lontano dal carcere. Il fatto che nel pieno della pena potesse girare libero per la città e presenziare in tv era legato a tutta una serie di condizioni; condizioni che secondo il tribunale non sarebbero state rispettate alla lettera da parte di Fabrizio. Soltanto nelle prossime settimane si saprà se il medesimo tribunale confermerà o meno la revoca dell’affidamento.

A fine febbraio il magistrato Simone Luerti aveva emesso una sorta di diffida nei confronti dell’ex paparazzo, e con l’occasione gli impose il divieto di uscire dalla Lombardia fino al 30 marzo.

Peccato però che Corona abbia violato questa restrizione: nel dicembre scorso, per esempio, aveva raggiunto la città di Udine senza alcuna autorizzazione, mentre il 13 gennaio la Polizia penitenziaria di San Vittore lo sorprese mentre si faceva riprendere da una telecamera dinanzi alla carraia del carcere. Per non parlare dei fatti di Rogoredo: ai giudici non sarebbe piaciuta neppure la sua inchiesta nel boschetto della droga di Rogoredo, nella zona sud est di Milano, girata per il programma “Non è l’Arena”.

Ornella Vanoni fuori di sé a Domenica In: “Zoc**la!”

ornella vanoni

Ieri a Domenica In è andata in onda un’Ornella Vanoni decisamente fuori dalle righe. La cantante milanese ci ha abituati da molto tempo ormai a delle uscite di scena piuttosto elettrizzanti, tanto è vero che molti di noi ricorderanno sicuramente la sua simpatica incursione al 69esimo Festival di Sanremo e la sua recente ospitata nel salotto di Fabio Fazio. Ieri però, ospite di Mara Venier, la Vanoni si può dire che abbia dato il meglio di sé!

La celebre artista è tornata infatti a divertire il pubblico grazie alle sue battute spesso fuori dalle righe, ma al contempo ironiche e autentiche.

Stavolta lo show è stato introdotto dalla Venier, che in vista della nuova edizione di “Ballando con le Stelle” ha invitato in studio Milly Carlucci. Le due hanno parlato di musica e di intrattenimento, e ad un certo punto, sulle note di “La Vida es un Carnaval”, è entrata in studio Ornella Vanoni, cantando e accennando anche qualche passo di ballo. Nel mentre la Vanoni, rivolgendosi a Milly, ha detto: “Ma se io vengo a Ballando, quanti soldi mi danno?”. La Carlucci, evidentemente imbarazzata, ha sviato rispondendo: “Un sacco!”.

Ma non è finita qui, perché la Vanoni dopo è stata intervistata da sola dalla Venier, e durante la chiacchierata Mara le ha chiesto se per caso avesse mai fatto l’amore con Franco Califano. Di qui, la secca risposta della cantante: “Ma che domanda mi fai? La dovevo dare a tutti? Tu gliela avresti data? Sì, ma certo che sì. Zoccola!”. La padrona di casa però non si è scomposta affatto, anzi, con la sua solita professionalità e simpatia non ha potuto che chiudere quella parentesi con una grossa risata!

Roma, muore sbranato dal suo cane: la moglie lo trova in una pozza di sangue

gianluca romagnoli

Quando lo ha trovato steso al suolo, morto dissanguato, la moglie Isabella non poteva credere ai suoi occhi. Eppure la realtà era proprio quella che le si stava palesando davanti: suo marito Gianluca Romagnoli, 43 anni, è morto in seguito alle gravi ferite infertegli dal suo cane.

Venerdì scorso Gianluca aveva portato a spasso il suo cane esattamente come faceva ogni sera, ma in quella maledetta giornata del 22 marzo qualcosa evidentemente è andato storto. La donna ha raccontato che quella sera il marito non stava più rincasando, per cui, preoccupata, era uscita a cercarlo ripercorrendo il tragitto che il suo Gianluca era solito fare col loro cane. E infatti, proprio lungo il percorso, Isabella ha trovato l’uomo steso in una pozza di sangue, con tanto di morsi di cane presenti sul corpo. E tutto intorno si potevano anche notare i segni della disperata lotta che l’uomo aveva fatto col suo cane, un pastore corso, nel tentativo di liberarsi dalla stretta.

Quando Isabella ha trovato il marito steso a terra, ha notato che il cane era poco distante dal corpo dell’uomo. Quindi lo ha avvicinato, legato e trascinato nel giardino di casa in attesa che i soccorsi giungessero sul posto. E pure lei, nel tentativo di portare il cane verso casa, ha finito per essere morsa a un braccio. Quando l’ambulanza è giunta in loco, purtroppo per Gianluca non c’era più nulla da fare: uno dei morsi del cane gli ha reciso l’aorta provocando un rapidissimo dissanguamento. Il cane ora è stato affidato ad un canile della zona in attesa di stabilire se sia il caso di disporne l’abbattimento.

Su Facebook intanto aumentano a dismisura i messaggi di cordoglio. “Ci siamo conosciuti proprio grazie al tuo cane che si era messo a giocare col mio. Sei sempre stata una persona disponibile ed educata e ancora non credo che tu non ci sia più”, ha scritto un’amica di Gianluca. “Non ho parole – ha scritto un altro amico -. Ti porterò nel mio cuore ricordandoti gentile, solare, intelligente e pieno di energia. Mancherai…”.

Ilary Blasi rifiuta “La sai l’Ultima?” e “Grande Fratello Vip”

Ilary Blasi

Neanche il tempo di annunciare la notizia, che già ci si ritrova a dover fare un passo indietro. Sembra infatti che Ilary Blasi, finora data per favorita alla conduzione della nuova edizione de “La sai l’Ultima?” abbia rinunciato all’invito avanzatole da Mediaset, per cui per il momento l’unico nome certo è quello di Teo Mammucari. Chi lo affiancherà alla conduzione del programma, al momento, non è dato sapere.

Ma non è finita qui, perché la Blasi non solo avrebbe declinato l’invito di prendere il comando de “La sai l’Ultima?”, ma a quanto pare avrebbe rinunciato anche alla nuova edizione del “Grande Fratello Vip”, molto probabilmente intimorita dal fattore ascolti che, lo ricordiamo, nell’ultima edizione aveva rappresentato un problema non da poco.

La Blasi pare tema l’idea di doversi scontrare ancora una volta con l’audience, tanto più alla luce delle pessime performance registrate lo scorso anno e anche alla luce del crollo degli ascolti che proprio in queste settimane sta colpendo persino “L’Isola dei Famosi”.

Tuttavia, per quanto nell’ambiente televisivo circoli la voce che Ilary abbia declinato ben due avances da parte di Mediaset, almeno per il momento sarebbe il caso di non dare nulla per certo: è probabile che queste informazioni non siano corrette, così come è probabile che, pur essendo fondate, Ilary alla fine decida di cambiare idea! Qualora il dietrofront della Blasi dovesse essere confermato, comunque, sfumerebbe anche l’ipotesi di un coinvolgimento ne “La sai l’Ultima?” di Francesco Totti, finora ritenuta la vera chicca del programma.

L’unica cosa certa, in tutta questa storia, è che il colosso di Cologno Monzese sarebbe fortemente intenzionato a far tornare in onda “La sai l’Ultima?”, con una programmazione prevista per il periodo estivo.

Informatici creano un sistema di calcolo molecolare riprogrammabile

informatica

Gli informatici del Caltech hanno progettato molecole di DNA in grado di eseguire calcoli riprogrammabili, creando per la prima volta il cosiddetto autoassemblaggio algoritmico in cui lo stesso “hardware” può essere configurato per eseguire diversi “software”.

I calcoli da parte del DNA possono eseguire algoritmi a sei bit per compiti semplici. Il sistema è analogo a un computer, ma invece di utilizzare transistor e diodi, utilizza le molecole per rappresentare un numero binario a sei bit (ad esempio, 011001) sia come input che come output. Uno di questi algoritmi determina se il numero di 1 bit nell’input è pari o dispari, un altro determina se l’input è un palindromo e un altro ancora genera numeri casuali.

La possibilità di eseguire qualsiasi tipo di programma software senza dover cambiare l’hardware è ciò che ha permesso ai computer di diventare così utili. Il team ha di fatto implementato questa idea con molecole, essenzialmente incorporando un algoritmo all’interno della chimica per controllarne i processi.

Il sistema funziona con l’auto-assemblaggio: piccoli filamenti di DNA appositamente progettati si uniscono per costruire un circuito logico mentre contemporaneamente eseguono l’algoritmo. A partire dai sei bit originali che rappresentano l’input, il sistema aggiunge una fila dopo l’altra di molecole, eseguendo progressivamente l’algoritmo. Mentre i moderni computer elettronici digitali usano l’elettricità che scorre attraverso i circuiti per manipolare le informazioni, in questo caso sono le file di filamenti di DNA che aderiscono insieme per eseguire il calcolo.

Il risultato finale è una provetta piena di miliardi di algoritmi completati, ognuno simile a una sciarpa lavorata a maglia di DNA, la quale rappresenta una lettura del calcolo. Il modello su ogni “sciarpa” offre la soluzione all’algoritmo che stava utilizzando. Il sistema può essere riprogrammato per eseguire un algoritmo diverso semplicemente selezionando un sottoinsieme diverso di filamenti dai circa 700 che costituiscono il sistema.

Canale 5, torna in onda “La sai l’Ultima?”: svelati i nomi dei conduttori

grande fratello vip

Dopo “Scherzi a Parte” e “Ciao Darwin”, Canale 5 sta per far tornare in onda un altro storico programma targato Mediaset. Questa ipotesi circolava nell’ambiente televisivo ormai da un po’ di tempo, ma soltanto nelle ultime ore è arrivata la conferma definitiva: “La sai l’Ultima?”, storico programma di Canale 5 nato nel 1992 con Gerry Scotti, Massimo Boldi e Sabina Stilo, farà ritorno in prima serata!

Un noto blog del settore afferma che il programma andrà in onda d’estate e che verrà girato negli stessi studi televisivi milanesi occupati al momento dall'”Isola dei Famosi”. E pare anche che si sia andati piuttosto avanti con la scrittura del programma e con la scelta del cast, tanto è vero che in circolo vi sarebbero già i nomi dei conduttori! Alla guida dello show dovremmo trovare Ilary Blasi e Teo Mammucari, già coppia fissa a “Le Iene” nel biennio 2013-2015.

Ma non è tutto, perché un’altra autorevole fonte aggiunge un ulteriore elemento alla questione: sembra che Francesco Totti, marito di Ilary, potrebbe avere un ruolo nello spettacolo; un ruolo molto probabilmente di stampo comico visto e considerato che Totti ha alle spalle anche un libro interamente incentrato sulle barzellette.

La conduzione de “La sai l’Ultima?” potrebbe far perdere alla Blasi la conduzione del “Grande Fratello Vip”, ma la ragione per cui la conduttrice romana potrebbe aver perso il Gf Vip, più che da attribuire a questa nuova avventura televisiva, sarebbe in realtà da imputare al crollo degli ascolti registrato nell’ultima edizione del reality. La cosa, comunque, non è ancora stata ufficializzata, per cui non è neanche detto che la Blasi abbia effettivamente perso il timone del Gf Vip.

Giovane testimone di Geova rifiuta trasfusione di sangue e va in coma: i giudici alzano le mani

Doctor rushing in hallway

Presso l’ospedale San Jorge di Huesca, in Spagna, è accaduto un fatto che ha lasciato sgomente molte persone ma che a dire il vero ci si trascina dietro ormai da moltissimi anni. Da alcuni giorni, una 20enne testimone di Geova si ritrova a dover lottare tra la vita e la morte. Dopo l’operazione a cui è stata sottoposta, di colpo è sopraggiunta una peritonite e per i dottori si è resa necessaria una trasfusione di sangue.

Peccato però che la giovane, prima di finire sotto i ferri, avesse firmato un testamento biologico nel quale specificava a chiare lettere la volontà di non ricevere sangue altrui. Un precetto, questo, che secondo la dottrina dei Testimoni di Geova è di vitale importanza, nonché quello che di tanto in tanto li fa finire al centro delle cronache di tutto il mondo.

Allo stato attuale la ragazza si trova in terapia intensiva in quanto, dinanzi alla gravità della situazione, i medici le hanno dovuto indurre il coma farmacologico. La paziende ora come ora non è cosciente e nessun altro può decidere per lei: i genitori hanno provato a salvarla e per farlo son finiti fino in tribunale, dove hanno chiesto che la volontà della ragazza venisse annullata. I giudici tuttavia hanno rigettato la richiesta poiché la ragazza era maggiorenne quando ha sottoscritto il testamento biologico, nonché in grado di intendere e di volere.

Pure l’ospedale di Huesca ha tentato la via giudiziaria pur di salvare la vita della giovane paziente, ma anche in questo caso il verdetto dei giudici è stato chiaro: per legge non si può andare contro le volontà messe nere su bianco da una persona maggiorenne, perfettamente consapevole peraltro delle decisioni che stava prendendo.

Un caso molto simile è accaduto di recente anche in Italia. Protagonista della storia Grazia Di Nicola, una donna salernitana espulsa dai Testimoni di Geova e allontanata dalle sue tre figlie (tutte e tre fedeli alla dottrina) proprio per aver permesso ai medici di effettuare una trasfusione di sangue pur di salvarle la vita.

Secondo i dirigenti tecnologici, l’Intelligenza Artificiale va regolamentata

riconoscimento facciale

“L’Intelligenza Artificiale è certamente il prossimo futuro, ma deve essere sottoposta ad uno sviluppo sicuro”. Questo chiedono i dirigenti tecnologici e la popolazione in generale, stando a quanto emerso da un sondaggio condotto dalla Edelman Artificial Intelligence in collaborazione con il World Economic Forum. Le percentuale sono elevate: il 54% dei dirigenti tecnologici è favorevole, così come lo è il 60% della popolazione.

Ma quali sono i nodi da sciogliere sulla questione IA? Nel rapporto, viene citato il caso in cui l’intelligenza artificiale deve valutare gli attributi della vita di una persona. Ad esempio: le analisi su un prestito, comprese le applicazioni di una carta di credito, vengono spesso eseguite utilizzando algoritmi IA. Ma come può un algoritmo essere responsabile se un cliente ritiene sbagliata una particolare applicazioni sulle propria carta di credito? Giustamente, le persone devono essere messe a conoscenza delle decisioni che vengono prese a proprio riguardo. Nel contempo, viene anche citato il caso in cui IA non venga sviluppata con una distorsione intrinseca.

L’utilizzo di IA nelle forze dell’ordine è oggetto di molte controversie, soprattutto quando Amazon è stata criticata per aver adattato il servizio di ricognizione AWS per le forze dell’ordine, spingendosi fino a renderlo utilizzabile con i sistemi di telecamere del corpo di polizia. Durante la fase dei test, l’ACLU ha rilevato che il servizio di ricognizione identificava come potenziali criminali 28 membri del Congresso. A seguito di questa controversia, Microsoft ha chiesto una regolamentazione sul riconoscimento facciale basato su IA per prevenire gli abusi e Google ha pubblicato una serie di principi di etica dell’intelligenza artificiale.

A creare molta costernazione tra i dirigenti tecnologici sono le registrazioni video o audio alterate per cambiare la realtà, raffiguranti eventi che non si sono mai verificati. Chiamati deepfakes, potrebbe portare a una guerra di informazioni che a sua volta potrebbe provocare una vera e propria guerra armata.

Si addormentano stremati dalla droga: nel mentre il figlioletto muore, così lo gettano via

adam manson e kiana williams

“Abbiamo avvolto il piccolo in un pigiama da donna, poi in una coperta, e alla fine abbiamo riposto il tutto in una busta della spazzatura. La busta l’abbiamo infilata a sua volta in una borsa da viaggio e infine in un trolley. Dopo di che abbiamo buttato il tutto nei bidoni della spazzatura di un negozio”. Questa la scioccante confessione di due genitori statunitensi, che dopo essere finiti sotto accusa per aver ucciso e fatto sparire il cadavere del loro figlioletto di appena 5 mesi, hanno confessato il tutto agli inquirenti.

Protagonisti di questa orribile storia Adam Manson, 34 anni, e Kiana Williams, 32 anni, genitori di un bambino di soli 5 mesi che hanno ucciso e fatto scomparire. I due, dietro loro stessa ammissione, sono da anni “consumatori cronici di metanfetamina e marijuana” e durante la confessione hanno raccontato che il giorno in cui il loro figlio è morto si erano addormentati; erano finiti in un sonno talmente profondo da non ricordarsi neppure più del loro piccoletto e della sua incolumità.

Adam e Kiana erano in un hotel di Los Angeles la notte di Capodanno, ovvero la notte in cui si sono consumati i fatti. “Abbiamo consumato droga e ci siamo addormentati. Al nostro risveglio Jacsun era ancora caldo al tatto ma le sue braccia e le gambe erano flosce, inoltre non respirava e non rispondeva”, hanno raccontato i due, rigettando l’accusa che gli è stata fatta di omicidio volontario.

La donna, in particolare, ha raccontato che quei momenti sono stati per loro a dir poco spaventosi, tant’è che avrebbero fatto di tutto pur di rianimare il bimbo. Il motivo per cui non hanno chiamato i soccorsi, ha spiegato la Williams, era proprio legato al timore di essere incolpati e arrestati per la morte del loro figlioletto. Di conseguenza il loro unico pensiero è stato sbarazzarsi del corpo e gettarlo in un bidone della spazzatura cosicché non potesse essere ritrovato. In ogni caso, resta ancora da capire cosa abbia provocato la morte prematura del bimbo.

Laura Pausini nera dalla rabbia: diffuso illegalmente il nuovo singolo

laura pausini

C’è grande attesa sulla pubblicazione del nuovo singolo di Laura Pausini e Biagio Antonacci. Peccato però che questo clima di impazienza e trepidazione sia stato rovinato da qualche furbetto: come scrivono alcune fonti, pare proprio che il brano in questione sia stato diffuso illegalmente, per di più in anticipo rispetto a quella che sarebbe dovuta essere la sua naturale data di rilascio! Non si sa come, ma alcune persone sarebbero riuscite ad entrare in possesso della traccia.

Il fatto ha sconvolto la Pausini, che sui suoi profili social ha scritto: “Ecco come rovinare la storia delle canzoni pop. In classifica non andranno mai se continuano tutti a passarsele! A me sta storia succede di frequente: sta per uscire un singolo e ce l’hanno già tutti ancor prima che esca ufficialmente. Sta storia deve finire”.

Ad avvertire la cantante di quello che stava capitando col suo ultimo singolo è stata una fan, che non appena si è accorta del fatto ha avuto l’accortezza di mettere sull’attenti la sua idola. La fan ha quindi avvertito Laura che altri fan, sui social, si stavano vantando di aver ascoltato la canzone prima del suo rilascio ufficiale. La Pausini ora si è prefissa l’obiettivo di arrivare ad individuare i colpevoli, e per accelerare la cosa ha avuto un’idea: “Mandatemi nome e cognome dei colpevoli e sarete in prima fila ad uno dei nostri prossimi concerti. E per di più, gratis! Vediamo ora chi parla”, ha scritto Laura.

E’ probabile che con questo stratagemma la cantante riuscirà ad arrivare in fretta a coloro che hanno diffuso la traccia in modo illegale. Dopotutto qualcuno disposto a tirar fuori nomi e cognomi, e a farlo in anonimato, ricevendo per di più in cambio un compenso così allettante, ci dovrà pur essere! In ogni caso Laura Pausini e Biagio Antonacci saranno tra gli ospiti della prima puntata del serale di Amici, dove ripercorreranno probabilmente i loro successi e presenteranno il nuovo tour che li vedrà sullo stesso palco.