Milan, Allegri: “Pato deve stare tranquillo”

Massimiliano Allegri commenta la vittoria sul Chievo: “I ragazzi hanno fatto un bel regalo a Berlusconi, hanno disputato una buona gara, fatta eccezione per alcuni momenti dove abbiamo smesso di giocare.  E’ una risposta nei confronti di nessuno, noi vogliamo vincere il campionato e per farlo bisogna vincere”. Il primo gol è viziato da un controllo del pallone con il braccio da parte di Robinho: “Nessuna malafede degli arbitri, solo errori“Non ho parlato col giocatore, dalla panchina la sensazione era che Robinho l’aveva presa con il braccio. L’arbitro non l’ha vista e abbiamo fatto gol. Sembra mano, ma non scordiamoci che a Cesena c’è stato annullato un gol perché sembrava mano di Pato. I brasiliani stoppano la palla in questo modo, non so che dire. Alla fine dell’anno le valutazioni arbitrali si compensano e credo che non ci sia la malafede ma ci siano solo delle valutazioni sbagliate”. Su Pato autore del gol della vittoria, l’allenatore del Milan ha detto: “Ho ripetuto tante volte che quest’anno sta giocando in modo un po’ diverso. E’ stato fuori molto per infortunio, si è trovato in una situazione non ottimale, ma credo che con la serenità che sta ritrovando riuscirà poi a riconquistarsi un posto in squadra, le qualità sono tantissime. Ha 21 anni ed è stato catapultato nella scena mondiale, è anche normale che un rag azzo possa subire un contraccolpo, in un anno sicuramente non felice con gli infortuni che ha avuto”.  Allegriè dunque soddisfatto della vittoria sul Chievo: “Sicuramente non era facile giocare su questo campo, ma la squadra ha cercato di farlo, facendo bene fino al gol del loro pareggio dove abbiamo commesso qualche errore. Lo scudetto è ancora lontano. Fino alla fine saremo lì a lottare”.