MotoGP, Andrea Dovizioso oggi operato alla clavicola destra

Non c’è niente di peggiore per un pilota, che infortunarsi nei mesi che precedono i primi test ufficiali, test fondamentali per poter indirizzare da subito il lavoro da svolgere nella giusta direzione.

Ma si sa, la sfortuna ci vede bene, e così dopo l’americano Nicky Hayden, infortunatosi con scapola sinistra e due costole fratturate, questa volta è toccato al nostro Andrea Dovizioso, ed alla sua clavicola destra, parte molto a rischio nelle cadute in moto.

Andrea si stava allenando sulla moto da cross giovedì. Era una sessione di allenamento come tante, ma purtroppo c’è stata questa caduta che Dovizioso stesso ha però definito di lieve entità, anche se il modo in cui ha toccato il suolo gli ha procurato la frattura della clavicola destra”, così Simone Batistella, manager del pilota, ha descritto l’incidente.

Nella giornata di oggi il pilota verrà sottoposto all’intervento curato dal Dott. Porcellini e dalla sua equipe, per cercare di rimuovere la frattura, e permettere così a Dovizioso di tornare a girare.

La sua presenza ai test invernali di Sepang, sarà confermata solo dopo l’operazione di oggi, anche se l’ottimismo è alto, così come conferma ancora una volta Batistella:

“Per quello che riguarda i test di Sepang, i primi commenti che arrivano dai medici che hanno visionato le lastre dicono che non dovrebbero esserci grossi problemi ed è previsto un recupero veloce.
Oggi ci sarà l’intervento e quindi sapremo se tutto andrà secondo i piani o se ci saranno problemi. L’unica cosa certa è che ci sarà un leggero rallentamento del programma di lavoro in vista di Sepang”.

Il patron del team Tech 3, team per la quale Andrea correrà  in questo motomondiale 2012, il francese Hervé Poncharal,  ha spiegato che non potranno essere effettuate previsioni circa il tempo di recupero fino a quando non verrà realizzato l’intervento chirurgico, ma si è detto comunque anche lui ottimista, “perché mancano ancora tre settimane ai test di Sepang, che tra l’altro sono solo i primi dell’anno, ed inoltre sia Edwards che Crutchlow hanno recuperato molto velocemente da lesioni simili lo scorso anno”.

via: www.motogp.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here