Muore Lucio Dalla: come lo ricorda il mondo della musica

La reazione del mondo della musica dinanzi ad una notizia così sconvolgente, non può che essere vicina, sentita e molto profonda. Chi attraverso social network, chi attraverso dichiarazioni alla stampa o tramite personale ufficio stampa ha fatto sentire la propria voce, il proprio ricordo ma anche il proprio incolmabile dolore.

La musica italiana dice addio a Lucio Dalla, artista che ha lasciato un segno indelebile all’interno della musica italiana: un maestro, un musicista, un poeta, un cantautore sempre in continuo movimento, in perenne fase creativa e aperto anche a far entrare nel mondo della musica i giovani più talentuosi. L’ultimo ricordo che appare nitidissimo all’arrivo di questa notizia è proprio la sua partecipazione al Festival di Sanremo, insieme a Pier Davide Carone diretto nell’interpretazione del brano “Nanì” proprio da lui.

Sconvolto è Jovanotti, poche frasi sul social network Twitter sottolineano la sua incredulità dinanzi alla notizia: “Oh no dai no…non ci posso credere dai…davvero non posso crederci”. Avvolto totalmente nel dolore è l’amico Francesco De Gregori, con cui aveva condiviso un album ed un Tour proprio l’anno scorso, che non rilascia alcuna dichiarazione perchè come spesso accade il dolore ti mozza le parole. Accade lo stesso anche a Gianni Morandi, che si definisce pietrificato, dinanzi alla notizia che Dalla, suo amico dal 63′, non c’è più.

“Non riesco a parlare, sono troppo distrutto dal dolore”, dice Gaetano Curreri per cui Dalla è stato un padre e un battezzatore della sua carriera musicale di successo, al fianco degli Stadio. Caterina Caselli, grande produttrice musicale racconta di Dalla come un gladiatore: “E’ andato via un gladiatore, è stata una notizia incredibile. L’ho sentito dieci giorni fa e pensavo stesse molto bene di saluto. Pronto sempre ad essere propositivo per se stesso e per gli altri”, racconta la Caselli commossa ai microfoni di Sky.

Non poteva mancare Carlo Verdone: “Ho appreso la notizia con grande dolore. Mi aveva chiesto di presentargli il suo libro, ma non potevo perchè ero già impegnato nella presentazione del mio e ho dovuto dirgli di no. L’avevo sentito quindici giorni fa” e aggiunge “Sono contento di avergli dedicato un intero film come Borotalco: ne andava fiero di questo. Si perde un grande compositore e una persona colta ed estremamente generosa”.

Non mancano all’appello musicisti come Venditti, che afferma “E’ morto un amico carissimo. E’ parte della mia vita”. Lo ricorda anche Francesco Renga, evidenziando l’umanità di Dalla e il grande contributo della sua vita artistica: “E’ immenso quello che ci ha lasciato”, è sconvolto anche lui che era stato a cena con Lucio solo due settimane fa in occasione della kermesse di Sanremo.

Giuliano Sangiorgi racconta del suo dolore su Twitter, e nelle sue parole si riconosceranno davvero tantissimi fan di Dalla: Nella sua voce e nei suoi testi ho sempre trovato tutto quello di cui avevo bisogno...l’ umanità e l’infinito

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here