Guarin si presenta, “Sogno l’Inter da due anni”

E’ stato il colpo grosso del calciomercato interista di gennaio, eppure fino ad ora è rimasto come un autentico punto interrogativo della stagione nerazzurra a causa di un infortunio che lo ha tenuto fermo fino alla partita di domenica scorsa contro il Genoa quando è entrato a poco più di dieci minuti dalla fine e si è procurato un rigore decisivo per la vittoria interista.

Fredy Guarin potrebbe essere l’uomo giusto per dare la scossa alla fase finale della stagione, e portare l’Inter ad una insperata qualificazione alla Champion’s League. I suoi inserimenti, il suo dinamismo e la sua incredibile botta da fuori area, d’altronde, sono proprio ciò che serve allo statico centrocampo nerazzurro. 

Durante la conferenza di presentazione ha dimostrato di voler essere l’uomo in più, per conquistarsi il riscatto a giugno. “Io ho scelto di venire qui, e non solo per giocare sei mesi, ma per restare. So che c’è una data fissata dai club per discutere il mio riscatto”.

Guarin allontana anche le voci di problemi caratteriali che hanno minato la sua permanenza al Porto: “Da parte mia chiedevo sempre di giocare titolare, lo dimostro durante la settimana e in allenamento. Anche qui mi metto a disposizione del tecnico qualunque sia il ruolo scelto per me, non importa dove gioco, do sempre il massimo, mi alleno bene, poi decide il mister”.

Durante la conferenza è stato incensato anche sui problemi di Pato, che salterà tutta la fine del campionato per l’ennesimo infortunio: “Gli consiglio di tenere duro, è successo anche a me di stare fermo 5 mesi. Bisogna essere pazienti.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here