Lecce e Genoa si giocano la Serie A

Nessuno ad inizio campionato avrebbe ipotizzato che il Genoa a quattro giornate dalla fine del campionato potesse essere in lotta per non retrocedere in Serie B.

La squadra di Alberto Malesani, di Marino, di Malesani ancora ed ora di De Canio, rischia seriemente di fare lo stesso percorso che fece la Sampdoria nella passata stagione. Il Genoa era partito con l’ambizione di giocarsi l’Europa, di fare un campionato di vertice. Invece qualche acquisto sbagliato, qualche giocatore che non ha reso secondo le aspettative, hanno fatto in modo, che giornata dopo giornata, il club di Preziosi sia precipitato nei bassi fondi della classifica. Fino ad oggi non sono serviti i tanti cambi di allenatore o l’arrivo di giocatori importanti come quello di Alberto Gilardino.

Da qui fino al 13 maggio sarà un testa a testa con il Lecce. La formazione di Serse Cosmi ha solo un punto di svantaggio ed è pronta a scavalcare l’avversario da un momento all’altro. La formazione salentina ha però un calendario peggiore, dovendo affrontare la Juventus e l’Udinese, squadre in lotta per vincere lo scudetto e per centrare la qualificazione alla Champions League. Sarà una lotta che durerà fino all’ultimo minuto. Serviranno nervi saldi e soprattutto serviranno le gambe.

In questo momento i bookmakers danno il Lecce favorito, mentre condannano il Genoa. Le cose posso cambiare molto rapidamente, quel che è certo e che la formazione di Preziosi ha bisogno di trovare la tranquillità ed il fatto di dover giocare due gare a porte chiuse, potrebbe essere sia un vantaggio che uno svantaggio. I tifosi si sono dimostrati mal tolleranti, fischiando e contestando la squadra, ma è anche pur vero che giocare senza il pubblico amico potrebbe essere un handicap. Vedremo chi la spunterà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here