Serie B: colpaccio Sassuolo a Brescia, l’Empo blocca il Verona

La trentasettesima giornata di Serie B si apre con due anticipi ma, soprattutto, con un verdetto importante: la Corte di Giustizia Federale ha infatti accolto il ricorso del Padova e restituisce ai veneti i tre punti della vittoria per 1-0 sul Torino, precedentemente assegnati ai granata con lo 0-3 a tavolino.

Decisione che cambia gli scenari del campionato cadetto, perché i piemontesi restano in prima posizione ma vengono a questo punto raggiunti a quota 67 da Sassuolo e Verona.

I neroverdi sfruttano appieno l’occasione, andando a vincere in casa di un Brescia timido per tutto il primo tempo. Sansone è il più pericoloso della squadra di Pea ed impegna un paio di volte Leali, salvato al 40′ dalla traversa. Nulla può però il portiere bresciano sul colpo di testa del fantasista in avvio di ripresa, che porta in vantaggio il Sassuolo. Ci pensa poi Troianiello a raddoppiare a dieci minuti dal termine, con un destro a giro bellissimo che rende inutile la zuccata di Piovaccari arrivata quasi a tempo scaduto. Sconfitta pesante per la squadra di Calori, che rischia così di vedere allontanarsi Varese e Sampdoria per la lotta al sesto posto (ultimo valido per i play-off) e rischia anzi il sorpasso da parte di Juve Stabia e Reggina.

Aggancio in vetta, ma con tanto rammarico per il Verona, che al Bentegodi resta bloccato sullo 0-0 da un Empoli ben messo in campo. I toscani conquistano così un punto importante per la lotta alla salvezza, resistendo agli assalti veneti passati perlopiù sui piedi e la testa di Juanito Gomez e Jorginho. Pareggio che impedisce alla squadra di Mandorlini di portarsi a +2 su Torino e Sassuolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *