Max Biaggi ad un passo dal mondiale Sbk

Portimao, doveva essere uno scontro tra titani, tra due campioni italiani che hanno trovato nel mondiale delle derivate di serie il loro elisir di lunga vita.

Biaggi e Melandri, Aprilia e BMW partivano per questo penultimo round di mondiale in prima ed in seconda fila, quasi a braccarsi a studiarsi e capire come aumentare i punti in classifica il romano e come azzerarli per il romagnolo.

Finisce tutto dopo poche curve, senza terminare neanche il primo giro quando Melandri si infila all’interno di Biaggi frettolosamente dando l’addio al mondiale, rimediando una visita in ospedale con una botta ad un rene ma sopratutto uno zero nel suo cervello. Ha perso i nervi, non ha saputo aspettare ed ha regalato al romano dell’Aprilia il quasi sicuro secondo titolo mondiale della Sbk.

Se Biaggi controlla gara 1 vinta dal fenomenale Sykes sulla ninja Kawasaki, in gara 2 e’ la dea bendata che lo aiuta. Prima Sykes che, mentre era in testa, rompe il motore, poi Camier su Suzuki in lotta con il Corsaro per il terzo gradino del podio, prima quasi lo c’entra poi rompe la sua Gsx e regala il terzo posto al Max nazionale.

Game over, si va sul circuito francese di Magny Cours per l’ultimo atto di questo mondiale che si avvolge nel tricolore Italiano grazie ad Aprilia e Max Biaggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here