Ricerche Google nel 2013: ecco la classifica

È “Nelson Mandela” la parola più cercata su Google nel 2013. Il leader del movimento anti-apartheid, che negli scorsi mesi era già stato dato per morto dai media, è deceduto il 5 Dicembre facendo letteralmente impazzire il mondo del web, che si è unito nel cordoglio per l’ex leader sudafricano e premio nobel per la pace nel 1993.

Il secondo posto in questa classifica annuale è andato ad un altro personaggio morto nell’ultimo mese: Paul Walker, l’attore di “Fast & Furious” rimasto vittima di un incidente stradale nei pressi di Los Angeles. I fans del film lo hanno ricordato tutti insieme, facendo arrivare il suo nome anche tra le “tendenze” twitter.

Sul gradino più basso del podio, invece, è salito il nuovo gioiellino della Apple: “iPhone 5s” è la terza parola più cercata su Google nell’anno che si sta per concludere.

Cory Monteith, uno dei protagonisti di Glee, è stato il quarto nome più cliccato sul motore di ricerca: la sua morte causata da un mix di alcool ed eroina ha fatto parlare moltissimo sui social network.

È Harlem Shake, il ballo più pazzo dell’anno, a piazzarsi al 5° posto nella top ten. Per settimane Facebook, Twitter e Youtube sono stati intasati di video di Harlem Shake, interpretati da chiunque in qualsiasi posto: lavoro, scuola, casa, palestra.

La maratona di Boston, sesta parola più cercata del 2013, è una delle pagine più nere dell’anno appena trascorso. L’attentato del 15 aprile, avvenuto proprio al termine della maratona, ha angosciato tutto il mondo riportandolo con la mente all’11 settembre 2001: in realtà dietro questa azione terroristica non c’era Al Qaeda, ma due fratelli ceceni.

Royal baby, il figlio di William e Kate, è stato in assoluto il tormentone estivo del 2013 piazzandosi al 7° posto nella classifica Google: non si è parlato d’altro per settimane, fino alla nascita di George il 23 Luglio.

Iphone 5s al terzo posto, Galaxy S4 all’ottavo: il nuovo smartphone della Samsung è entrato di diritto nella top ten del motore di ricerca più importante del mondo. Gli eterni rivali della Apple hanno registrato un incremento nelle vendite, proseguendo nel cammino di avvicinamento alla casa di Cupertino.

A chiudere questa classifica annuale troviamo “Playstation 4” e “Corea del Nord”. La nuova console ha letteralmente spopolato in tutto il globo; globo messo in pericolo, almeno a parole, dal leader coreano Kim Jong-un, che per settimane ha minacciato attacchi nucleari agli Stati Uniti per poi tornare sui propri passi.