MotoGP, Marquez lascia il Mondiale 2020 dopo l’infortunio a Jerez

Il team di Marc Marquez ha annunciato che il pilota si ritirerà dal Mondiale di MotoGP dopo l’infortunio al braccio.

Brutte notizie per Marc Marquez. Il pilota dovrà rimandare di un anno la sua corsa per raggiungere il record di vittorie in MotoGP di Valentino Rossi. Decisivo l’infortunio al braccio destro riportato a Jerez il 19 luglio. La scelta del pilota di correre nuovamente dopo soli 4 giorni dall’operazione al braccio ha aggravato l’infortunio. Così adesso Marquez è costretto a fermarsi per almeno tre mesi, almeno secondo il team di medici che lo ha preso in carico. La data di rientro non è definitiva, ma dipende da quanto in fretta guarirà il braccio del pilota. L’annuncio è arrivato in un comunicato stampa del team Honda, che ha anche specificato che usciranno degli aggiornamenti ufficiali sulle condizioni fisiche del pilota spagnolo.

LEGGI ANCHE >>> Bollettino coronavirus 22 agosto, superati i 1000 contagi

Marquez lascia la MotoGP, ma solo per un po’

marquez motogp
Marc Marquez lascia il Mondiale MotoGP 2020 (Getty Images)

Marc Marquez deve mettere da parte, almeno per quest’anno, il suo sogno di raggiungere Valentino Rossi sul podio dei campionati di MotoGP vinti in una carriera. Colpa del suo infortunio a Jerez il 19 luglio scorso, quando una rovinosa caduta gli ha procurato una frattura scomposta all’omero destro. Il pilota si è dovuto anche sottoporre ad un intervento chirurgico per ricomporre la frattura. Sull’infortunio ci sono state molte teorie e speculazioni: tra queste anche quella di Colin Edwards, ex pilota di Superbike statunitense. L’americano infatti ha sostenuto con alcuni post sui suoi profili social che l’incidente dello spagnolo sia stato causato da un malfunzionamento dell’elettronica della moto. Il paragone è con l’incidente che ha coinvolto Casey Stoner nel Gran Premio degli Stati Uniti del 2012.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Netflix, dopo il coronavirus saltano due serie: fan in rivolta