Abbandona neonato in un bosco: cani randagi lo divorano vivo

india neonato abbandonato nei boschi

La polizia indiana sta cercando di trovare la donna che si è macchiata di un orribile delitto: aver gettato il figlio nei cespugli, lasciandolo abbandonato lì come se nulla fosse e permettendo che dei cani randagi lo divorassero vivo. Il corpicino senza vita del piccolo è stato trovato per caso da un passante, nel villaggio di Rari, nello stato indiano del Rajasthan.

L’uomo si era immesso nei boschi per fare i propri bisogni, quando ad un certo punto si è accorto di una presenza a dir poco inquietante: quella di un cadavere; del cadavere di un bambino. Il corpo senza vita del piccolo era ed è tuttora letteralmente straziato, pieno di morsi di animale che si concentrano per lo più sul volto.

Secondo quanto riferisce il Sun, l’uomo si è sarebbe subito rivolto agli anziani del villaggio che a loro volta hanno pensato bene di allertare la polizia di Kishangarh, città più vicina.

Le forze dell’ordine, arrivate sul posto, hanno recuperato il corpo del bambino per sottoporlo ad autopsia e per poterne stabilire così le cause del decesso. Le autorità della zona stanno anche effettuando un controllo a tappeto dei registri degli ospedali locali per provare a rintracciare i genitori del bimbo, i quali potrebbero averlo abbandonato perché non in grado di prendersene cura dal punto di vista economico.

L’aspetto forse più macabro di tutto ciò, è che a quanto risulta il bambino era vivo mentre veniva divorato dai cani, anche se non si esclude la possibilità che prima di essere mangiato dalle bestie fosse già morto per disidratazione.

Ricerca personalizzata