Raccolti, a boccoli o a chignon, questo è il dilemma di moltissime spose. Infatti oltre a dare importanza all’abito, un altro elemento fondamentale che non si può sottovalutare sono i capelli. Sarà infatti la capigliatura a dare quel tocco di raffinatezza in più alla sposa, tuttavia occorre scegliere la giusta acconciatura affinchè tutto venga valorizzato come si deve.

Ma ogni tipo di volto richiede delle pettinature specifiche in modo da risaltarne le qualità. Ma quali sono le acconciature più adatte da sfoggiare nel giorno del proprio matrimonio? Ecco qui di seguito qualche utile consiglio in merito:

Partiamo dalle acconciature per chi ha il viso ovale: se si ha questo tipo di volto è bene reputarsi fortunate perchè moltissime sono le idee che si possono applicare: sciolti, mossi, raccolti a chignon, alti e bassi, insomma si può  spaziare come meglio si crede.

Per chi ha il viso tondo invece, occorre prediligere pettinatura che smussano la rotondità del viso. Quindi no ai raccolti troppo tirati perchè evidenzierebbero ancora di più la rotondità, via libera invece, per i semi raccolti che sottraggono un po’ di volume ai lati del volto.

Per il viso lungo è bene optare per volumi e ciuffi laterali in modo tale da spezzarne la verticalità del volto. In questo casi è bene scegliere code di cavallo morbide, chignon leggeri bassi o laterali,  ciuffi o frange sono ideali poichè accorciano il viso. Da evitare chignon troppo alti e tirati.

Per il viso triangolare scegliere acconciature wavy meglio se scalate. L’ideale in questi casi è anche una frangia importante che dona volume alla fronte e restringe la mandibola che appare abbastanza pronunciata.