Ancora un addio nel mondo del cinema: è morto Sidney Lumet

    E’ tempo di addii nel mondo del cinema. Dopo la recente dipartita di un icona femminile come Liz Taylor, ci lascia a 86 anni uno dei registi più suggestivi e prolifici registi hollywoodiani: Sidney Lumet. Non ce l’ha fatta a sconfiggere la malattia, in questo caso un linfoma, malessere che già da tempo non gli permetteva di dedicarsi alla sua passione: la regia. Lumet concluse infatti la sua carriera nel 2007 quando diresse Ethan Hawke e Phillip Seymour Hoffman nel thriller drammatico “Onora Il Padre e La Madre“.

    Nato come regista di spettacoli teatrali, a trentatre anni si dedicò al cinema debuttando con la regia di “La parola ai Giurati“, film del 1957 nel cui cast compariva il caro amico Henry Fonda, uno di quegli attori che più volte accetto di buon grado di partecipare alle opere del regista. Tra le sue grandi collaborazioni possiamo ricordare le italiane Sofia Loren e Anna Magnani, e grandi stelle d’ Oltreoceano coem un Al Pacino agli esordi, Marlon Brando e Katharine Hepburn. E ancora le grandi collaborazioni con artisti britannici come Sean Connery,Vanessa Redgrave e Albert Finney.

    Da ricordare il film del 1976 intitolato “Quinto Potere“, un film di denuncia nei confronti del sistema televisivo che valse ai suoi protagonisti, Peter Finch e Faye Dunaway, la vittoria agli Academy Awards.

    Anche Lumet ha vinto un Oscar: era il 2005 quando l’ Academy decise di consegnargli l’ onoreficenza alla carriera.

    Ci lascia un altro “grande” del cinema: chi volesse rivederlo ancora può recuperare il documentario “I Knew It Was You“, in cui il regista è uno dei tanti protagonisti che ricorda l’ attore John Cazale, con cui collaborò in un classico come “Quel Pomeriggio di un Giorno da Cani“.

    Ricerca personalizzata