Anticipo Serie A: Napoli bloccato al Sant’Elia, è solo 1 a 1

La caccia alla Juve e alla Roma parte da Cagliari“: aveva esordito in questo modo Rafa Benitez prima dell’anticipo della diciassettesima giornata di campionato, per non lasciare altri punti per strada. Questa notte, subito. Senza sprecare altro tempo. La missione del Napoli in trasferta in Sardegna era chiara, ma il risultato è inferiore alle attese. Un solo punto conquistato dalla squadra azzurra, bloccata al Sant’Elia da un Cagliari coraggioso. Per gli uomini di Lopez è il sesto risultato utile consecutivo, per il Napoli solo due punti persi. Domani infatti Roma e Juventus possono ancora allungare sulla diretta avversaria al titolo.

La squadra partenopea è ancora orfana di Hamsik, ma davanti ci sono Higuain, Callejon, Insigne e Pandev. Dietro però Behrami e Dzemaili faticano a sostenere tutto il peso del centrocampo in fase di contenimento. Nainggolan invece è un guerriero dai piedi raffinati e i sardi partono forte. Al 9′ il primo lampo. Maggio pasticcia e Astori mette in mezzo un assist perfetto per Nené, che segna l’1 a 0. Subìto il colpo, il Napoli ci mette qualche minuto a riprendersi, ed Higuain è l’uomo squadra che suona la carica. Ma il Cagliari non molla, pressa alto e prova a ripartire in velocità, il Napoli però è vivo e al 19′ pareggia i conti grazie a un calcio di rigore di Higuain. Il Pipita firma la rete numero 9 in campionato e riapre il match. Rafa inverte le posizioni di Insigne e Callejon e il Napoli prova a vincere ma trova un Cagliari attento. E così il primo tempo si chiude sull’1-1 con l’infortunio di Reina.

Nella ripresa la partita cambia tono, con i sardi più accorti. Il Cagliari arretra di qualche metro e interrompe il pressing alto, ma prova comunque a verticalizzare su Sau. A caccia della rete del vantaggio, il Napoli si sbilancia e rischia grosso in contropiede. Al 72’Callejon segna uno splendido gol al volo, ma Valeri annulla la rete per un fuorigioco millimetrico. Alla squadra di Lopez sta bene anche il pareggio, così nei minuti finali è un assolo degli uomini di Benitez. Mertens va vicino al vantaggio, entra anche Zapata, ma il risultato non cambia. Finisce 1-1.

Il Napoli chiude l’anno al terzo posto. Benitez spera in qualche “regalo di Natale” da De Laurentiis per dare l’assalto a Juve e Roma. Adesso i punti della squadra partenopea sono 36, e se domani la Juventus dovesse vincere, i punti di distacco dalla prima in classifica salirebbero 10.

Ricerca personalizzata