Bafta 2014: Gravity domina le nomination, c’è anche Sorrentino

La marcia di avvicinamento agli Oscar giunge ad un’altra tappa importante. Questa mattina sono state ufficialmente svelate le candidature dei prossimi BAFTA Awards, il prestigioso premio cinematografico attribuito dalla British Academy Film Awards che anticipa nei tempi, e talvolta anche nei verdetti, gli Academy Awards. A dominare le candidature è Gravity, il thriller di Alfonso Cuaron che conquista ben undici nomination, tra cui miglior film, miglior film britannico, miglior regista.

Seguono, con dieci nomination ciascuno, i due film più premiati della stagione, 12 anni schiavo e American Hustle, e a nove Captain Phillips, che ottiene la candidatura come migliore attore protagonista per Tom Hanks che è in gara anche con Saving Mr. Banks (5). Nella categoria del miglior interprete maschile Tom Hanks deve affrontare la concorrenza stella del film di Steve McQueen Chiwetel Ejiofor, del veterano Bruce Dern (Nebraska), e di Christian Bale (American Hustle) e Leonardo Di Caprio (The Wolf of wall street).

Tra le interpreti femminili si aggiudicano la nomination Judi Dench (Philomena), Amy Adams (con American Hustle), Cate Blanchette (Blue Jasmine) e Sandra Bullock (Gravity). Tra le attrici non protagonista spicca la candidatura della star del piccolo schermo a stelle e strisce Oprah Winfrey per il suo ruolo in The Butler. Gli altri nomi includono Jennifer Lawrence (l’anno scorso in gara come migliore attrice), Julia Roberts, Sally Hawkins e Lupita Nyong’o. Tra gli uomini invece troviamo Bradley Cooper, Matt Damon e Michael Fassbender, tutti nominati per il miglior attore non protagonista. Nella categoria EE Rising Star Award (che sarà votata esclusivamente dal pubblico a casa) figurano la giovane attrice di 12 anni schiavo Lupita Nyong’o, favorita secondo i bookmaker a 3,25, davanti a Lea Seydoux (La Vita di Adele), George MacKay (Sunshine on Leith), Will Poulter (Come ti spaccio la famiglia) e infine Dane DeHaan di Giovani Ribelli – Kill your darlings.

Delusione cocente per Mandela: long walk to the freedom, che ottiene solo una nomination come miglior film britannico, e Her di Spike Jonze, uscito praticamente a mani vuote. L’ultima nota riguarda poi l’Italia rappresentata nella categoria del Miglior film non in lingua inglese dal capolavoro di Paolo Sorrentino ancora in corsa all’Oscar, La grande bellezza. La cerimonia di premiazione sarà ospitata dalla Royal Opera House di Covent Garden il prossimo 16 febbraio. A condurre la serata, in diretta su BBC One, l’attore e regista Stephen Fry.

Le nomination principali:

Miglior film
12 anni schiavo
American hustle
Captain Phillips
Gravity
Philomena

Miglior film britannico
Gravity
Mandela: Long walk to freedom
Philomena
Rush
Saving Mr. Banks
The Selfish Giant


Miglior film in lingua non inglese

The act of killing
La vita di Adele
La grande bellezza
Metro Manila
La bicicletta verde


Migliore sceneggiatura originale

AMERICAN HUSTLE – Eric Warren Singer, David O. Russell
BLUE JASMINE – Woody Allen
GRAVITY – Alfonso Cuarón, Jonás Cuarón
A PROPOSITO DI DAVIS – Joel Coen, Ethan Coen
NEBRASKA – Bob Nelson

Miglior sceneggiatura non originale
12 ANNI SCHIAVO
DIETRO I CANDELABRI – Richard LaGravenese
CAPTAIN PHILLIPS – Billy Ray
PHILOMENA – Steve Coogan, Jeff Pope
THE WOLF OF WALL STREET – Terence Winter

Migliore attore protagonista
Bruce Dern – Nebraska
Chiwetel Ejiofor – 12 anni schiavo
Christian Bale – American Hustle
Leonardo Di Caprio – The Wolf of Wall Street
Tom Hanks – Captain Phillips

Migliore attrice non protagonista
Amy Adams – American Hustle
Cate Blanchette – Blue Jasmine
Emma Thompson – Saving Mr. Banks
Judi Dench – Philomena
Sandra Bullock – Gravity

Miglior attore non protagonista
Barkhad Abdi – Captain Phillips
Bradley Cooper – American Hustle
Daniel Bruhl – Rush
Matt Damon – Dietro i Candelabri
Michael Fassbender – 12 anni schiavo

Migliore attrice non protagonista
Jennifer Lawrence – American Hustle
Julia Roberts – August: Osage County
Lupita Nyong’o – 12 anni schiavo
Oprah Winfrey – The Butler
Sally Hawkins – Blue Jasmine


Miglior Regista

Steve McQueen (12 anni schiavo)
David O. Russell (American Hustle)
Paul Greengrass (Captain Phillips)
Alfonso Cuarón (Gravity)
Martin Scorsese (The Wolf of wall street)


EE Rising Star Award (votata dal pubblico)

Dane Dehaan
George Mackay
Lupita Nyong’o
Will Poulter
Lea Seydoux

Ricerca personalizzata