Borghezio: “I napoletani fanno schifo”

borghezioCi risiamo: Mario Borghezio torna a far parlare di sé e lo fa con le solite dichiarazioni che spesso vengono giustificate come folklore leghista ma che invece dovrebbero essere apostrofate con l’aggettivo che meglio le descrive: razzista. L’europarlamentare leghista va a bersaglio per bene due volte: prima propone una tassa per i figli degli islamici poi si scaglia contro i napoletani (“fanno schifo”).

TROPPI FIGLI ISLAMICI SONO UN PERICOLO – Le sue idee sull’integrazione razziale sono note (e a testimoniarlo ci sono vari episodi, come la condanna per l’incendio di un rifugio di extracomunitari a Torino) e oggi Borghezio ha voluto ricordare a tutti qual è il suo pensiero proponendo una tassa sui figli degli islamici: “Operare un controllo sulle nascite non è possibile – ha affermato durante la trasmissione web KlausCondicio, ma si può introdurre una tassa per gli islamici che fanno troppi figli. Il tasso di riproduzione dei musulmani è il doppio di quello dei cristiani e questo è un pericolo reale: la grande avanzata islamica in Europa potrebbe essere la base per un esercito di Bin Laden nelle nostre città“.

I NAPOLETANI FANNO SCHIFO – In attesa che la sua “geniale” proposta di legge faccia proseliti, Borghezio nel corso della trasmissione, dà ulteriore sfoggio delle sue grandi qualità morali dando lezioni di vita al popolo napoletano. L’argomento è l’emergenza rifiuti che ancora una volta sta affliggendo il capoluogo partenopeo e che l’eurodeputato leghista utilizza per giustificare le idee indipendentiste di alcuni esponenti della Lega Nord: “Abbiamo le tasche piene di pagare le tasse per mandare l’esercito a pulire le strade di Napoli. L’immagine della città piena di rifiuti non è un buon motivo per essere separatisti ed indipendentisti? I napoletani e Napoli non fanno parte dell’Europa civile. Bisogna scappare da questo schifo. Non può esserci miglior spot per la voglia di libertà del nord: vogliamo essere liberi e lontani da questa Italia, liberi da questa Napoli che puzza di rifiuti e di camorra“.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=1-G5VzDkMmI[/youtube]

LE REAZIONI – Le dichiarazioni dell’esponente leghista non potevano passare inosservate e quindi immediate arrivano le reazioni. Luigi De Magistris,  candidato a sindaco di Napoli per l’Ivd, parla di “parole inaccettabili perchè sono un distillato di imbecillità politica. Borghezio dovrebbe sciacquarsi la bocca prima di parlare dei napoletani”, mentre per il presidente del Pd campano, Graziella Pagano, l’eurodeputato leghista “ha perso un’altra occasione per stare zitto”.

Ricerca personalizzata