Brasile shock: rissa violentissima tra tifosi, tre feriti gravi

Un altro grave episodio scuote il calcio in Brasile, che a pochi mesi dai mondiali del 2014 sale ancora una volta alla ribalta in modo negativo. Nel corso dell’ultima giornata di campionato, il match tra Atletico Paranaense e Vasco da Gama è stato interrotto a causa dei gravissimi incidenti avvenuti sugli spalti nello scontro tra un centinaio di tifosi delle due squadre, che hanno causato diversi feriti (tre dei quali si trovano in coma farmacologico, ma si parla della morte di uno di loro, anche se non ci sono conferme ufficiali), soccorsi solo grazie all’intervento di un eliambulanza atterrata all’interno del terreno di gioco.

Eliambulanza al centro del campo. Fonte: Eurosport

L’intervento della polizia, secondo la stampa brasiliana, non è stato immediato, e ha consentito alle due tifoserie di affrontarsi liberamente. Il portavoce della polizia militare di Santa Catarina, Adilson Moreira, ha però messo in chiaro che la sicurezza all’interno dello stadio è affidata a una società privata, mentre alle forze dell’ordine spetta il compito di mantenere l’ordine all’esterno dello stadio.

La cronaca
Al minuto 17 della partita, sul risultato di 1 a 0 per i padroni di casa, dagli spalti iniziano i primi scontri. La rissa in pochi minuti si allarga a macchia d’olio, e l’arbitro è costretto a sospendere la partita. Le immagini mostrano scene di violenze inaudita, come quella di un tifoso svenuto che continua ad essere preso a calci nonostante fosse riverso a terra privo di conoscenza. Si vedono anche i poliziotti in tenuta anti-sommosa intervenire solo a rissa pienamente iniziata. Dopo circa un’ora e mezza, quando la situazione è rientrata nella “normalità”, la partita è ripresa ed è terminata col risultato di 5 a 1 per l’Atletico, risultato che condanna il Vasco alla retrocessione.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=3xp2cr2PFH8[/youtube]

Il risultato però resta solo un dato insignificante in questa partita, che per il Brasile rappresenta l’ennesimo caso di violenza legato allo sport. Poche settimane fa un quattordicenne ha perso la vita durante gli scontri tra le tifoserie delle due squadre di Salvador, il Vitoria e il Bahia. Ma tra scontri tra tifosi, sequestri di familiari di alcuni calciatori e arbitri lapidati, la lista degli episodi di violenza sembra davvero non avere fine.


Foto: qn.quotidiano.net

Ricerca personalizzata