Carnevale è alle porte e decidere dietro quale maschera nascondersi e in quale luogo trascorrere questa divertente festa, sta diventando un pensiero all’ordine dei giorno.
Coriandoli, bombolette di schiuma, stelle filanti e dolci tipici sono, da diversi giorni, esposti nelle vetrine dei negozi e sopratutto nelle mani dei bambini.
Ma dove trascorrere questo appuntamento così atteso?
Ecco le mete da raggiungere in cui si respira aria di festa e, ufficialmente o no, il carnevale è già nelle piazze.

Per chi non è riuscito a strappare alla propria routine lavorativa qualche giorno festivo in più, potrà indossare la sua bella maschera e andare sul lungomare Viareggino. Nel fiore all’occhiello del carnevale toscano, il 2, 4 e 9 marzo 2014 si potrà assistere alla tradizionale sfilata dei ‘Corsi Mascherati‘, i tipici carri allegorici della città dove non mancheranno riferimenti satirici alla crisi economica e ai politici protagonisti della scena italiana.

Come potrebbe mancare poi Venezia. In una delle città più romantiche al mondo il carnevale è uno degli eventi più attesi e, tra gli antichi canali e le splendide piazze non mancano appuntamenti artistici e culturali, feste esclusive e travestimenti mozzafiato. Il carnevale più famoso d’Italia ha aperto i battenti già dalla metà del mese di febbraio e, come ogni anno, offre un calendario ricco di emozioni. Al via gli spettacoli più tradizionali come il “Volo dell’angelo” e la “Festa delle Marie” ospitati al Gran Teatro di Piazza San Marco.
Il 4 marzo, giorno di chiusura dei festeggiamenti si celebrerà, ancora una volta nella piazza più amata dai piccioni, la premiazione della maschera più bella.

Se invece si ha la possibilità e la fortuna di concedersi qualche giorno di vacanza in più, allora Rio de Janeiro è il posto che fa per voi. In terra brasiliana il carnevale è simbolo di allegria, feste, costumi tipici e sopratutto tanta, tanta buona musica. Nella caotica città ‘do Brasil’, durante questi giorni interamente dedicati al divertimento, è facile ritrovarsi al centro di uno dei tanti Blocos do Carnaval. Una serie di feste, organizzate dagli abitanti di alcuni dei quartieri di Rio, ricche di musica, colori e sopratutto di persone. Se ne possono trovare fino a migliaia, in maschera e non, intente a cimentarsi nei balli a ritmo di Samba. Tra i Blocos di Rio, i più divertenti sembrano essere quello di Vem ni Mim que sou Facinha (28 febbraio dalle 19 alle 23), il Bloco do Barbas (1° marzo dalle 19 alle 23) e il Cordão da Bola Preta, in calendario il 1° marzo e per il quale quest’anno sono previsti circa 1 milione e mezzo di partecipanti.

Ma se il Carnaval Brasiliano è troppo lontano, allora ecco che si può facilmente mettere l’essenziale in una borsa e volare nella bella capitale inglese. Eh sì, perchè la patria della Regina Elisabetta è un mix di festeggiamenti con origini caraibiche.
Bande musicali, gruppi mascherati e danzanti scesero per la prima volta in una delle strade più eleganti della capitale, Notting Hill, nel 1964 e si rivelò un grandissimo successo.
Quando i primi immigrati caraibici arrivarono a Notting Hill, diedero origine a uno dei Carnevali più belli del mondo che ancora oggi attira milioni di turisti provenienti dalle più svariate parti del globo: Afghanistan, Khurdistan, Bangladesh, Filippine, Bulgaria, Russia, Brasile, Caraibi, Africa, centro e sud America. I festeggiamenti inglesi si celebrano l’ultima settimana di agosto.

Siamo un pò in anticipo? Beh, per una festa divertente come il carnevale, non è mai troppo presto.