Chi ha fatto palo? La diretta in differita – Puntata 3

È successo di tutto, ve lo riportiamo nella consueta rubrica, chi ha fatto palo?

Per esempio, Cristiano Ronaldo ha finalmente vinto il Pallone d’Oro. Meritato, meritatissimo. A tal punto che persino Berardi del Sassuolo, autore dell’exploit contro il Milan, dopo la cerimonia avrebbe contattato CR7 per complimentarsi.

Serata da dimenticare invece per Leo Messi, che ha passato la notte con i suoi amici Andrea Diprè ed Enzo Miccio mimetizzandosi nel salotto sibaritico di un night club di Zurigo.

Allegri è stato esonerato. Al suo posto è arrivato Clarence Seedorf, amatissimo dal popolo rossonero e da quello della rete, che ne ha celebrato lo spessore in tutte le salse. Vero è, che alla sua prima in panchina, il Milan ha vinto su rigore, grazie a un fallo.

A Milanello, intanto, non si hanno più notizie di Pippo Inzaghi. Pare che, prima dell’arrivo di Seedorf – quando si faceva il suo nome per il dopo Allegri – Super Pippo abbia iniziato a correre esultando per Milano, poi per la Brianza, quindi per la Svizzera e il Benelux. Stando a un satellite sovietico, dovrebbe essersi appena incontrato a Bergen, con un barbuto Forrest Gump.

La Juventus ha vinto la sua dodicesima partita consecutiva e, ormai, punta diretta al record di Giovanni di Aldo Giovanni e Giacomo nelle sfide con i bambini per gli autogrill di tutta Italia.

Antonio Conte, interrogato sulla rabona fallita da Vidal a centrocampo che ha innescato un pericoloso contropiede della Samp, ha così stigmatizzato:”Con Arturo nessun problema. Tutti possono sbagliare. Io, per esempio, gli ho appena distrutto il rasoio per farsi quelle acconciature a barba e capelli“.

In Olanda, bomber Pellè, ambasciatore del calcio italiano nel mondo in forza al Feyenoord, ha dedicato il suo bellissimo goal di tacco al suo idolo Gervinho, che lo ha ringraziato dicendo di averlo sempre preferito a Maradona.

La Fiorentina abbraccia un ritrovato Alessandro Matri, autore di due goal al debutto contro il Catania. L’ex attaccante di Milan e Juventus ha dedicato le due reti alla fidanzata Federica Nargi. Vittima anche lei, qualche anno fa, di una doppietta.

Continua la guerra tra tifosi del Bologna e tifosi del Napoli. Dopo lo striscione esibito al Dall’Ara inneggiante al Vesuvio, i tifosi rossoblu hanno chiesto di cambiare nome a uno delle due torri cittadine: da Torre degli Asinelli a Torre Andrea Mingardi.

Dopo esser stato a Cagliari per vedere Astori, questa domenica il tecnico del Manchester United Moyes è stato a Poggibonsi per valutare il giovane Antani.

Ma veniamo all’affare della settimana: lo scambio Vucinic-Guarin sull’asse Torino-Milano. Stando a fonti vicine alla Pinetina, la trattativa ha rischiato di saltare per le forti proteste dei tifosi dell’Inter sul web. Il Presidente Thohir ha fatto sapere che non sarà più sordo alle richieste della rete. Al Dortmund, interessato a Ranocchia, Branca avrebbe appena chiesto, infatti, soldi più un Winner Taco.

Ricerca personalizzata