Compra pillole dimagranti su Facebook: muore a 50 anni

Linda Baranowski muore per delle pillole dimagranti

Linda Baranowski, donna inglese residente nella contea di Hertfordshire, non riusciva proprio ad accettare la propria forma fisica. Si vedeva sempre troppo grassa e fuori forma, tanto che in preda alla disperazione si era decisa a comprare su internet delle pillole dimagranti e una crema anti cellulite: era convinta del fatto che quei prodotti potessero rivelarsi miracolosi per lei e per il suo fisico, e che grazie al loro aiuto anche lei si sarebbe potuta cominciare a guardare con altri occhi.

Aveva da poco compiuto 50 anni, ma per come si vedeva se ne dava molti di più. Per cui un giorno ha deciso di comprare dei prodotti di bellezza da un rivenditore su Facebook, certa del fatto che potessero esserle di aiuto.

Sembra che i prodotti provenissero dalla Cina e quindi non è certo al 100% che fossero rispondenti alle norme di sicurezza, tanto che pochi giorni dopo il loro utilizzo Linda ha cominciato ad avvertire qualcosa che non andava: la crema le aveva reso le gambe tutte viola e le pasticche le procuravano dei continui fastidi allo stomaco, tanto da doversi vedere costretta di andare in ospedale.

Di lì a poco la situazione è peggiorata e Linda è stata attaccata a un respiratore artificiale, grazie a cui è rimasta in vita per altre 5 settimane. Già, perché dopo poco più di un mese la donna non ce l’ha fatta. Secondo i riscontri fatti dall’equipe medica, è altamente probabile che Linda sia morta in seguito a una infiammazione procurata dagli integratori che stava utilizzando. I prodotti però rimangono ancora in vendita perché usati quotidianamente da altre persone che non hanno mai ravvisato alcun tipo di problema.

Ricerca personalizzata