Con ‘Get Lucky’ il coro della Polizia Russa apre le Olimpiadi 2014

“Get Lucky”, il successo musicale dei Daft Punk, apre le Olimpiadi di Sochi 2014, con una coreografia del corpo della Polizia Russa che rimanda a movenze gay.

Lo stesso coro nei mesi precedenti aveva pubblicato sul web una performance della stessa canzone, raggiungendo milioni di visualizzazioni.

Oggi, lo ripropongono all’apertura della cerimonia delle Olimpiadi, in un atmosfera che rimanda volutamente ad un ambiente da discoteca. Il corpo della Polizia Russa, tra fumogeni e luci colorate dello stadio Fitch, si dà ad uno spettacolo ammiccante in cui più volte ripetono la frase “get lucky” che tradotta significa “fare sesso”.
[youtube]http://youtu.be/X50F-c6FoNc[/youtube]

Una versione sui generis del brano del gruppo musicale francese recentemente premiata ai Grammy Adwards.

Risaputo per essere una Paese dalla cultura omofoba, questa performance accompagnata da “We are the champions” dei Queen prima, e le t.a.t.u poi (a cui durante l’esibizione è stato concesso solo di tenersi per mano), potrebbe rimandare all’ennesima provocazione verso il mondo gay, tanto da far passare questa, per un’esibizione di cattivo gusto, che, di certo, si scontra con l’immagine di uomini in divisa tutti d’un pezzo.

Resta il fatto che nessuno si aspettava di vedere il corpo del ministero degli interni in una versione così grottesca, che ha comunque divertito e coinvolto il pubblico di tutto lo stadio Fitch, che ha iniziato a ballare compiaciuto lasciandosi coinvolgere da questo spettacolo inscenato alla perfezione.

Senza dubbio il video che tanto aveva avuto successo, dopo l’esibizione di ieri pomeriggio tornerà a fare il giro del web rendendo il corpo della polizia russa le vere star delle Olimpiadi 2014.

[Credit Photo: http://www.huffingtonpost.com]

Ricerca personalizzata