Conservare la verdura di stagione: a marzo prepariamo la giardiniera sott’aceto

Il freddo inverno sta lentamente passando e ha creato non pochi disagi alle coltivazioni. E mentre gli orti si preparano a rifornirci di verdure fresche, a marzo possiamo adoperarci per conservare sott’aceto diversi tipi di ortaggi con la giardiniera.

Gli ingredienti necessari sono: 500 g di carote, 500 g di coste di sedano bianco, 500 g di cipolline novelle, 500 g di cavolfiore, 2 cetrioli, 300 g di fagiolini verdi, 1 e ½ di aceto di vino bianco, sale, pepe in grani, chiodi di garofano, 2 spicchi di aglio, alcune foglie di alloro e di basilico, olio.

Procedimento: pulite tutte le verdure. Raschiate le carote, eliminate la pellicola esterna alle cipolline, dividete in cimette il cavolfiore, eliminate i filamenti dal sedano, spuntate i fagiolini e sbucciate i cetrioli. Lavate bene il tutto, scolate e poi dividete la verdura a pezzetti, tranne le cipolline se sono piccole. Mettete poi sul fuoco una pentola grossa che possa contenere tutte le verdure con abbondante acqua salata e aggiungete le verdure ma poco alla volta. Gli ortaggi devono essere scolati tutti a metà cottura e tutti devono avere la stessa consistenza, quindi dovete regolarvi iniziando a mettere in pentola quelle che impiegano più tempo a cuocere fino a quelle più tenere.

Una volta scolate, poggiatele su un panno per farle asciugare e raffreddare. quando si saranno tutte raffreddate, iniziate a metterle nei barattoli di vetro sterilizzati. Mettete intanto sul fuoco una pentola con l’aceto e un litro e mezzo di acqua, un pugno di sale grosso, il pepe, l’aglio, l’alloro, il basilico e i chiodi di garofano, portate ad ebollizione e fate cuocere ancora per 5 minuti. Trascorso questo tempo, togliete dal fuoco e fate raffreddare; filtrate il liquido di cottura e versatelo sulle verdure nei barattoli. Prima di chiudere ermeticamente, mettete sopra le verdure pochissimo olio che servirà a conservare meglio la vostra giardiniera. Riponete i barattoli in luogo fresco e buio e iniziate a consumare dopo un mese circa dalla preparazione.

Ricerca personalizzata